"Le anime più pure e più pensose sono quelle che amano i colori" (I. Ruskin)

mercoledì 17 settembre 2008

Colloqui di lavoro e selezioni (ovvero: un nuovo lavoro per Vele)

Per chi deve affrontare colloqui, per chi sta cercando lavoro, per chi non ha le idee chiare dopo gli studi... vorrei condividere la mia esperienza (seppur ancora all'inizio), per confrontarci e magari tirar fuori qualche consiglio utile!


Step 1: La difficile vita del neo-laureato: tra colloqui e idee confuse

Ci sono percorsi di laurea che offrono sbocchi molto precisi; altri, invece, che sembrano totalmente separati dal mondo del lavoro.

E' il caso delle cosiddette lauree "deboli", insomma quelle umanistiche! Io ne so qualcosa, visto che sono dott.ssa in Lettere.

Ma non disperiamo, l'importante è capire in che direzione incanalarsi.
Io per esempio, dopo aver fatto un po' di ricerche in internet, ho visto che lauree come la mia erano molto richieste nel settore delle Risorse Umane. Allora ho iniziato a candidarmi per delle offerte di lavoro.

Ci sono parecchi siti validi per trovare lavoro: Infojobs, Catapulta, Job rapido, Monster, Trovit e altri.

Con mia grande sorpresa, ho ricevuto subito molte chiamate per fare un colloquio conoscitivo.

I primi colloqui li facevo così, allo sbando, senza nemmeno sapere bene di cosa si occupavano le aziende. Sì, sapevo che facevano selezione del personale, ma il modo di lavorare mi era totalmente sconosciuto.
In più io non avevo niente da offrire, nessuna esperienza nel settore.

E che dire del mio stupore quando mi sono imbattuta nei colloqui di gruppo, in cui tra le altre cose bisognava decidere gli oggetti da portarsi dietro per sopravvivere nel deserto??

Insomma: Un totale disastro, nessuno richiamava per farmi un’offerta.


Step2: Formazione professionale

Quello che mi mancava era il gradino intermedio tra studio e mondo del lavoro, cioè un corso di formazione professionale.

Non pensiate che per farne uno sia necessario perdere un sacco di tempo e soldi. Ce ne sono molti di rapidi e gratuiti, si possono avere informazione tramite gli uffici di collocamento, le agenzie per il lavoro o su internet (anche nei siti che ho indicato prima).

Io ne ho fatto uno che è durato un mese e che era totalmente gratis, perché finanziato da Formatemp.

Qui non solo ho incontrato le mie carissime amiche Chiara e Cri (le prime amiche conosciute a Milano, dove mi ero trasferita da poco!), ma ho anche appreso molte conoscenze, sia teoriche che pratiche.

La cosa importante è trovare un corso adatto a te. Per molti colleghi, infatti, quel corso non è stato utile; provenendo da Psicologia del Lavoro, Scienze della Formazione o Sociologia, sapevano già quasi tutti gli argomenti.
Per me invece, che ne ero totalmente digiuna, è stato illuminante!

Step3: I primi riscontri


Finalmente avevo qualcosa da raccontare ai colloqui!

Tre giorni dopo la fine del corso ho fatto un colloquio per fare uno stage presso un’agenzia per il lavoro, e mi hanno presa subito. Era la prima offerta che ricevevo, mi sono fidata e ho cominciato.

Ma le difficoltà non erano finite, anzi!

Se da un lato ho imparato molto e mi sono trovata benissimo coi colleghi, dall’altro dopo poco sono venuta a sapere che non c’erano possibilità di inserimento per me. Chi aveva potere di decidere non seguiva i tirocini, si mirava a prendere uno stagista dopo l’altro e farli lavorare senza riconoscimenti.

In breve, mi sono ritrovata di punto in bianco a dover cercare un nuovo posto!

Così, dopo una prima fase di delusione, mi sono rimboccata le maniche e ho ricominciato a fare colloqui su colloqui!

Step4: Lasciare sempre aperte nuove strade

Avendo un po’ d’esperienza, e facendo tesoro dei colloqui precedenti, ho cominciato a raccogliere i frutti del mio impegno.
In poco tempo (due settimane) ho ricevuto ben 4 proposte di lavoro!

Ho avuto perfino la soddisfazione di passare un colloquio di gruppo, proprio quello del Deserto!
[Nota: La mia migliore amica, per prendermi in giro, mi diceva che in realtà ero andata a fare il provino per l’Isola dei Famosi]

Ho potuto scegliere, e ho optato per il posto che secondo me può offrire maggiori possibilità di crescita. Comincio lunedì, sono un po’ tesa ma ovviamente contenta.

Avrò fatto la scelta giusta tra quelle in ballo?? …e chi lo sa!!
L’importante è avere un atteggiamento positivo, dare il massimo… e tenersi sempre aperte nuove strade!

8 commenti:

Zucchero & Cannella ha detto...

In boccaal lupo Vele !!!! e cerca sempre il meglio

: ))

mamozzi ha detto...

Per chi inizia, e per chi medita di ricominciare (ECCOMI!!! ^__^) un enorme in bocca al lupo!

Vele/Ivy ha detto...

@Zucchero + @Mamozzi:
CREPI IL LUPO!!!
Grazie per il sostegno, ragazzi, siete gentilissimi! :-)

Francesca ha detto...

Bravissima Vele!!! Post davvero utile e illuminante... quanto a te, da quel poco che ti conosco direi che hai tutta la stoffa per fare grandi cose!!! In bocca al lupo!!!

FRA in wonderland! ha detto...

post interessante! io sto quasi (quasi) per laurearmi e non ho idea di cosa fare dopo... :)
ti faccio un grande in bocca al lupo!

(grazie per la visita al mio blog! e sullo scambio di link sono d'accordo! ;) )

Vele/Ivy ha detto...

@Francesca: Grazie mille, sei troppo carina!

@Fra: E' normale non avere ancora idea di cosa fare dopo... ma vedrai che i neolaureati riescono a tirar fuori risorse inaspettate!

A tutte e due di nuovo crepi il lupo!! ;-)

Zucchero & Cannella ha detto...

Ehi Vele

come sta andando ?

:))

Vele/Ivy ha detto...

Bene, direi!! Mi stanno già dando fiducia e autonomia, sto seguendo ben 3 ricerche e oggi ho pubblicato il mio primo annuncio!!! :-)