"Le anime più pure e più pensose sono quelle che amano i colori" (I. Ruskin)

domenica 22 novembre 2009

Castagne sciroppate


 Un ottimo modo per gustare tutta la dolcezza del più famoso frutto d'autunno, e per conservarlo nei rigidi mesi che verranno, è preparare le castagne sciroppate.

 Ingredienti
  • 1 kg di castagne
  • 400 g di zucchero
  • 4 dl d'acqua
  • 2 cucchiaini di semi di finocchio
  • 2 limoni
  • 2 bacche di vaniglia
Prepararazione

 E' una ricetta che dà molta soddisfazione, ma senza dubbio è piuttosto laboriosa. La parte più lunga è la spellatura delle castagne. Vediamo come si fa passo dopo passo.

 COME SPELLARE LE CASTAGNE

 Innanzi tutto togliamo la scorza esterna. Il modo migliore è incidere una croce sulla parte piatta della castagna, e iniziare da lì per sbucciare. Bisogna fare attenzione a non intaccare la polpa.

 A questo punto, far bollire per 6/7 minuti le castagne, poi armarsi di guanti e spellare anche la pellicina più interna. Finchè sono calde l'operazione è molto facile, quindi tiratele fuori dall'acqua poche per volta.

 Adesso procediamo con la preparazione dello sciroppo. Fate bollire per un paio di minuti lo zucchero con i semi di finocchio, il succo dei limoni e le bacche di vaniglia incise per il lungo.
Ora mettete le castagne nei vasetti, copritele con lo sciroppo raffreddato e aggiungeteci le scorze di limone e le bacche di vaniglia.


Fate sterilizzare i vasetti per 20 minuti in una casseruola, coperti a filo, e lasciateli raffreddare immersi nell'acqua.
Buon appetito! :)

24 commenti:

Alfa ha detto...

SLURP!

ADORO questo genere di cose!

Vele/Ivy ha detto...

Se vuoi te ne mando un vasetto... PER POSTA! XP

Alfa ha detto...

Ci avrei scommesso...

;)

Lady Boheme ha detto...

Adoro le castagne e questa è un'ottima soluzione per poterle gustare in vari periodi dell'anno! Brava

ele ha detto...

Che bella alternativa alle classiche caldarroste! Direi che è da rifare a casa ^__^

Aria ha detto...

grazie per la ricetta devo proprio provarla, io amo molto le castagne e l'idea di gustarla ogni volta che ne ho voglia mi alletta molto. Ti ringrazio anche per i commenti lasciati sul mio blog.
con molto piacere scopro finalmente una persona che come me ama i libri di Calvino "il Barone rampante" "se una notte d'inverno un viaggiatore". Capitava che appena pronunciavo questi due nomi mi guardavano come un aliena uscita da un film mal riuscito:)

Vele/Ivy ha detto...

@Alfa: ;P

@LadyBoheme: grazie mille, sono contenta che questa ricetta ti sia piaciuta!

@Ele: ho messo le istruzioni più particolareggiate possibile proprio per permettere a chi vuole di rifarla a casa!

@Aria: :)
Italo Calvino è il mio scrittore preferito! Tra l'altro sono cresciuta nella stessa città dov'è cresciuto lui, cioè Sanremo ^___^

max ha detto...

bone! le castagne le adoro in tutte le maniere : caldarroste,bollite,sciroppate, con il lardo di Arnad e pure crude!
te saluto

Pupottina ha detto...

wow wow! ottima idea!!!
le castagne sono buone in tutti i modi... anche così ;-)
Buon inizio settimana ^__________^

Stella ha detto...

Adoro le castagne! :)

giardigno65 ha detto...

molto buona ! Quanto durano ?

Castagne piccole o marroni ?

UomoTimorato ha detto...

Guarda, io ho molta fiducia nelle tue ricette ma...
le castagne vanno arrostite!
Le caldarroste da noi in Sicilia sono un Must di questi mesi!

Geillis ha detto...

Le feci una volta, e sono più quelle che mi sono mangiata per strada che quelle che sono finite nei vasetti...tu come fai a resistere??

Paola ha detto...

Che bonta!!!
E' un ottimo modo per gustarle durante l'anno (sempre che ne rimangono)... hehehehehe
Ciao Vele grazie della visita... eh si è veramente difficile assegnare il nome ad un nascituro... e anch'io sono per un nome poco conosciuto... scappo a lavorare lasciandoti una splendida giornata... un abbraccio

Pupottina ha detto...

le puoi inviare anche a me?
;-)
da me oggi a tavola non mancheranno anche se in maniera più veloci da preparare e senza vasetto

buona giornata ^__________^

Silvia ha detto...

Non credevo si potessero fare in questo modo! Ma fatte così assumono un sapore dolce?? Perché a me le castagne cotte normali piacciono, mentre il castagnaccio (un dolce fatto con le castagne che si fa qui... non so se lo conosci) non mi piace, è troppo amaro...

L'aspetto di queste sciroppate promette bene, però!

;-)

Veggie ha detto...

Le hai fatte tu quelle della foto finale? Hanno un aspetto veramente invitante...
Un bacio!

Vele/Ivy ha detto...

@Max: caspita... non ho mai mangiato le castagne crude! Mi mancano!

@Pupottina: grazie! In effetti si prestano ad usi anche meno tradizionali dei soliti!

@Stella: pure io!!

@Giardigno: non so di preciso quanto durano, è la prima volta che le faccio. In genere, comunque, i prodotti confezionati così durano un bel po' di mesi.
Ho usato le castagne, ma forse l'anno prossimo userò i marroni perchè sono più grandi e quindi c'è meno lavoro di spellatura! ;)

@Uomo Timorato: ti rivelerò un segreto: anche al Nord sono un must, del resto funzionano benissimo per scaldare le mani, con le temperature fredde che abbiamo!
Anch'io adoro le caldarroste, ma le ho fatte così per conservarle... se mi spieghi come conservare per mesi le castagne arroste ti dò un premio! ;)

@Geillis: me ne sono mangiata parecchie anch'io... XP

@Paola: già, un ottimo modo per conservare il loro sapore!

@Pupottina: volentieri ;)

@Pupottina: anche qui c'è il castagnaccio, con la farina di castagne... è vero, non è molto dolce e neanche a me fa impazzire.
Ma le castagne in vasetto, invece, sono rese zuccherine dallo sciroppo. Quando le ho provate mi sono sciolta... per questo ho cercato la ricetta e le ho rifatte in casa!

@Veggie: sissì, tutte le foto sono mie, sono contenta che ti piacciano!! ^_____^

Vele/Ivy ha detto...

@Silvia: il penultimo commento è per te, mi sono confusa coi nick! Leggi "Silvia" al posto di "Pupottina"

Francesca ha detto...

interessante... prendo nota... anche se mi sa che per quest'anno mi faccio bastare la faticaccia fatta per fare la confettura di castagne ;-)

Libertè ha detto...

Buonoooo(posso solo dire questo^^)
Scusa l'assenza, ma sono stata impegnata con l'università....baciiii

la stanza in fondo agli occhi ha detto...

Forse un po' laborosa come cosa, ma potrei provarci... Grazie del suggerimento

Vele/Ivy ha detto...

@Francesca: sì, immagino che anche quella sia stata laboriosa!!

@Liberté: grazie! Baci anche a te ^___^

@La stanza: benvenuta! Sì, in effetti è un po' lunghetta, è da fare magari in una domenica mattina libera. Però dà soddisfazione!

Silvia ha detto...

Wow! Meno male che sono dolci!!!

;-)