"Le anime più pure e più pensose sono quelle che amano i colori" (I. Ruskin)

sabato 27 novembre 2010

Torta salata di zucca


Ciao a tutti i lettori di Colorare!! Rieccomi dopo un periodo di riposo, pronta per farvi gustare una nuova ricetta: la torta salata di zucca!
L'idea l'ho presa dalla rivista Cucina no problem di ottobre; io ho fatto delle modifiche al ripieno e alla composizione della crostata.

 Ingredienti

  • 250 g farina
  • 100 g burro
  • 2 cucchiai di salvia fresca tritata
  • 1 cucchiaio di rosmarino fresco tritato
  • 2 uova
  • 100 g di scamorza affumicata
  • 500 g di polpa di zucca
  • sale e pepe e cannella in polvere
Preparazione:

Per la pasta:
Impastare la farina con il burro a pezzettini, 1 dl di acqua ghiacciata, la salvia, il rosmarino e un pizzico di sale. Se lo avete, potete amalgamare il tutto col mixer. Formare una palla, avvolgerla con la pellicola trasparente e lasciarla in frigo per mezz'ora.


 Poi stendere 2/3 della pasta col mattarello.

Per il ripieno, cuocere la polpa di zucca, avvolta in fogli di alluminio, nel forno a 180 gradi per circa 40 minuti. Dopodichè bisogna schiacciarla con una forchetta.
 

 Si trasferisce il ripieno in una ciotola e lo si amalgama con il fomaggio, le uova, il sale e il pepe.
A questo punto si stende la pasta su una teglia, con sotto la carta da cucina, e si bucherella il fondo.

 Poi con degli stampini (se non li avete, fate dei rotondi usando dei bicchieri) fate le formine utilizzando la pasta rimasta. Stendete sulla pasta il ripieno e poi le formine.

In forno a 180 gradi per mezz'oretta e poi... buon appetito!!

mercoledì 3 novembre 2010

Capodanno Celtico al castello di Milano

Chi segue Colorare la vita sa quanto a questo blog piacciano le leggende (preferibilmente con fate e folletti), l'Irlanda, la musica celtica... comprenderete quindi la mia gioia quando, lo scorso fine settimana, ho scoperto che a Milano c'era il Capodanno Celtico!


Così sabato siamo andati nel bellissimo parco del Castello Sforzesco a goderci la manifestazione in onore di Samhain (31 ottobre), la data che anticamente segnava l'ultimo raccolto e quindi l'ultimo dell'anno.

Adesso Colorare la vita vi prende per mano e fa fare un giretto anche a voi lettori!
Abbiamo visto personaggi particolari ed inquietanti...


...guardate: ho sorpreso questo folletto (o folletta?) proprio  mentre si sbafava un'aragosta intera!


A proposito di sbafare, c'erano anche dei chioschi che vendevano bicchieri di sidro e idromele caldi (io ero indecisa su quale provare, così li ho presi tutti e due) e poi, per pranzo, ci siamo fermati allo stand gastronomico stile sagra.
Oltre alle cibarie, c'erano stupendi banchetti di gioielli fantasy, fate, gnomi e streghette, abiti medievali ecc.


La cosa interessante, poi, era che in un punto del parco era stato ricostruito l'accampamento di un clan celtico.

E' stato proprio bello, perchè gli "abitanti" spiegavano con molta chiarezza la storia delle antiche popolazioni, ma mostravano anche cose più pratiche: come si accende un fuoco, come si cacciava con arco e frecce, come si fabbricavano le scarpe di cuoio, come si tesseva...


Le ragazze che si occupavano di tingere i tessuti ci hanno spiegato che è molto difficile reperire gli ingredienti necessari, perchè bisogna usare erbe, fiori e bacche precedenti al Medio Evo e alla scoperta dell'America. Eppure, guardate che bellissimi colori riescono a tirare fuori:


Infine, come poteva mancare la musica Folk? Abbiamo assistito ad una trascinante esibizione del gruppo dei "musici erranbondi" Futhark, specializzati in antiche melodie e canzoni italiche (sia del nord che del sud), tedesche, francesi e irlandesi.


Sono stati davvero bravissimi, infatti abbiamo preso anche il CD! Se volete saperne di più, cliccate QUI.