"Le anime più pure e più pensose sono quelle che amano i colori" (I. Ruskin)

domenica 31 maggio 2009

Julia - L'ombra del tempo (fumetto di G. Belardi)


Julia è una criminologa poco più che trentenne, insegna all'Università e contemporaneamente collabora con la Procura o presso clienti privati per svolgere indagini investigative.
Grandi occhi a mandorla scuri, tratti dolci alla Audrey Hepburn, fisico sottile e flessuoso... gran parte del fascino di questo fumetto sta proprio nel suo magnetismo.

La cosa divertente è che molti comprimari hanno un aspetto tratto da attori famosi: la governante Emily sembra Whoopy Goldberg, il sergente Ben Irving ricorda John Goodman, mentre il tenente Webb (il mio preferito) ha il volto di John Malkovich.

Il volume "L'ombra del tempo", raccoglie tre storie (L'ombra del tempo, Chi è Christine, Skip il ladro) che ricalcano il classico schema dei racconti gialli-polizieschi: la richiesta d'aiuto, il caso da risolvere, intrighi e inseguimenti.
Se i personaggi mi sono sembrati molto buoni, ho trovato le trame spesso prevedibili. Quella che mi è piaciuta di più è stata "Chi è Christine?", che intreccia un mistero della famiglia di Julia con le indagini su una ragazza dal passato ambiguo.

Il disegnatore cambia in ogni episodio.
Per "L'ombra del tempo" c'è Pietro Dall'Agnol, dal tratto un po' troppo sporco per i miei gusti; "Chi è Christine" è stato invece realizzato da Laura Zuccheri: veramente brava, tratto pulito e caratterizzazione deliziosa di Julia. "Skip, il ladro" è stato disegnato da Marco Soldi (con la collaborazione di Laura Zuccheri). I personaggi, in questo caso, sono resi in modo molto personale, perfino caricaturale. Ciò mi è piaciuto per la caratterizzazione degli studenti o del piccolo Skip, un po' di meno per Julia, resa troppo spigolosa e mascolina.

12 commenti:

UomoTimorato ha detto...

Meno male che ti piacciono i fumetti!
Cmq magari non lo sai ma i personaggi Bonelli (per intenderci Dylan Dog, Nathan Never e compagni) sono sempre ispirati a stelle del cinema; o forse non noti la somiglianza tra dylan e Rupert Everett? (gli atri nn me li ricordo ma ti assicuro che è così)

Vonetzel ha detto...

Ciao Vele!
Julia la conosco solo di nome...cresciuto tra le sparatorie di Tex e le imprecazioni colorite di Kit Carson,mi è sempre sembrato troppo poco avventuroso per i miei gusti...
Mi hai fatto però venire voglia di darci un'occhiata. Comprerò l'albo di questo mese e poi ti saprò dire...ciao!

max ha detto...

Ciao Ivy , di Julia comprai solo il 1 numero nel 1998, poi per forza di cose visto che all'epoca collezionavo anche Dylan Dog,Martin Mystere e Natan Never ho pensato di non acquistarla più....peccato , il personaggio era affascinante...

Pupottina ha detto...

ciao Cara Vele,
io ho terminato il primo della trilogia Millennium
quello di cui ti avevo parlato (uomini che uccidono le donne) è stato molto bello, ma non so se a te piace il genere poliziesco...

Pupottina ha detto...

ciaooooooo
Buon inizio settimana!
da me è tornato l'inverno... e da te?

La Bohemien ha detto...

Ma quanto leggi??? Sei proprio una topolina di biblioteca ^_^
Aspetto nel dettaglio la storia che mi hai accennato sul mio blog ;) mandami pure una mail se preferisci!!! Grazie mille!!!

Alfa ha detto...

Giulia è un fumetto intrigante, in effetti.

Veggie ha detto...

Ah, quanto adoro i fumetti!!
Da piccola avrei persino voluto disegnarne... (ovviamente era solo un sogno di bambina, sono consapevole che non ne ho le capacità... ^^")

Pupottina ha detto...

è vero. anche a me non è piaciuto il consiglio della psicologa ... poteva impegnarsi di più, coinvolgendo la famiglia nel rapporto di crescita con i figli ...
io avrei preteso da una psicologa qualcosa del genere... non che mandasse i miei figli in giro per il mondo ad affrontare le loro esperienze da soli già a 10 anni ...
buona serata

Vele/Ivy ha detto...

@UomoTimorato: leggo fumetti da una vita, ma sono alle prime armi con la Bonelli, visto che ho sempre seguito la Diney italia, i manga e alcuni fumetti americani... ma mai la Bonelli, per me Julia è una novità che ho deciso di sperimentare!

@Vonetzel: in effetti non c'è un'azione pazzesca, anche se qualche sparatoria capita!

@Max: appassionato pure di fumetti? Ma bravo Sor Max!

@Pupottina: qui si sta benissimo, c'è il sole con un bel vento che rinfresca! Stanotte ha piovuto, ma molto poco...

@La Bohemien: ;-) Spero che la storia ti piaccia!

@Alfa: già, anche tu sei un appassionato di fumetti!

@Veggie: anch'io avevo quel sogno da ragazzina! Avevo perfino disegnato delle tavole... :-)

calendula ha detto...

mai letto julia..anche se mi ha sempre incuriosita... continuo iperterrita a comprare Dylan Dog ogni mese da quando avevo 14 anni ( c'erano ancora i dinosauri all'epoca)...ho iniziato anche a comprare la miniserie Jan Dix.. che mischia il giallo con l'arte... è carino ma niente di che, Dylan Dog invece con il passare degli anni secondo me ha perso un po di smalto.... ma forse sono io che crescendo non riesco più a capire certe cose....

Vele/Ivy ha detto...

@Calendula: io crescendo ho cambiato molto i generi, ma la passione per i fumetti è rimasta intatta! Anche se il tempo per seguirli con costanza è diminuito molto! :-(