"Le anime più pure e più pensose sono quelle che amano i colori" (I. Ruskin)

sabato 27 giugno 2009

Persepolis, primo volume: Storia di un'infanzia - Marjane Satrapi

"Credo che non si possa giudicare una nazione intera per gli errori di pochi estremisti. E non voglio che vengano dimenticati tutti quegli iraniani che hanno perso la vita in prigione per difendere la libertà"
[Dall'Introduzione di Marjane Satrapi a Persepolis]

La prossima volta che qualcuno vi dice che i fumetti sono roba da bambini fategli leggere Persepolis.

E' difficile trovar le parole per dire quant'è racchiuso in questo fumetto.
I disegni netti e decisi, in cui il nero spicca con forza sul bianco, trasmettono i messaggi in modo diretto e sincero; l'ironia costante non diminuisce la drammaticità degli eventi.

La storia

La storia è reale: l'infanzia di Marjane, che a nove anni (nel 1979) assiste alla "Rivoluzione Islamica" del suo paese, l'Iran.

La rivoluzione, in realtà, era nata per portare la democrazia, spodestando lo Scià. I genitori, gli zii e gli amici di famiglia di Marjane avevano partecipato pieni di speranze. Non potevano certo immaginare che la nazione sarebbe stata presa in mano dai fanatici religiosi.

E così la piccola Marji, cresciuta in una scuola mista e laica, si ritrova a dover portare il velo in una classe rigorosamente femminile. Sono proibiti gli alcolici, le feste, le carte, gli scacchi, la musica.

Le stesse persone che avevano lottato per la democrazia, ora sono incarcerate ed uccise. L'episodio dell'adorato zio Anush mi ha fatto piangere, cosa che mi succede assai raramente... ma non si tratta un'opera che si adagia nella tristezza, anzi!! L'ironia la fa da padrone, gli eventi sono raccontati in modo schietto e vivo.

Un romanzo a fumetti assolutamente da leggere.

Edizione: Sperling & kupfer Editori 2003
Collana: Diritti&Rovesci
Traduzione prefazione: Enrico Racca
Traduzione fumetto: Cristina Sparagana e Gianluigi Gasparini
Pagine: 155

14 commenti:

UomoTimorato ha detto...

Dovrebbe essere uscito da pochi mesi anche il film di animazione.
Ne hanno parlato molto bene.
Cmq chiunque dica che i fumetti sono roba per bambini è evidente che ha grosse carenze culturali: perchè, forse non esistono anche il libri per adulti e per bambini?
A tal proposito consiglio la grafic novel "maus", che ta l'altro ha vinto anche il premio Pulitzer.

Stella ha detto...

un saluto veloce perchè in questo momento sono presissima, scusa la latitanza dal tuo blog, appena possibile rileggerò tutti i post :) e farò anche il test dei libri ^___^

calendula ha detto...

ho il film è non ho ancora avuto il tempo di guardarlo...

Veggie ha detto...

Io adoro i fumetti. (Quant'ero piccolina volevo persino diventare una fumettista... pfff... ^^").
Ad ogni modo, la frase con cui hai iniziato questo post è una frase che, davvero, colpisce, che fa riflettere ed apre un mondo. L'estremismo, il fanatismo, tutto quello che è portato all'eccesso, anche se magari di base era buono, finisce sempre per essere sbgliato... Bisognerebbe cercare di trovare in tutto una via di mezzo... ma soprattutto, bisognerebbe essere aperti al dialogo, e non manichei... Perchè non c'è niente d'importante come il dialogo per crescere e maturare come persone...

ele ha detto...

Io non credo che i fumetti siano solo per i bambini, e questo da come lo descrivi deve essere davvero interessante!
Ho visto il test del post precedente: lo voglio fare anch'io sul mio blog!

Paola ha detto...

Ma come!!!
I fumetti libri da bambini???
Ma se esistono personaggi che non riescono neanche a capirli!!!
Cmq... nei miei viaggi ho visto e toccato con mano i loro usi e costumi e ti dirò... anche qualcosa di più che i media ci tengono nascosto...
Questo è un libro che dovrebbero leggerlo tutti e conoscere ciò che accade oltre la frontiera...
Beh... grazie Vale di essere passata e dei complimenti e tu non sei da meno... grazie per questo post... serena serata baciotti

Pupottina ha detto...

rispondo: eheheh. per il momento, niente bebè in casa Pupottina ...

Pupottina ha detto...

tempo fa, su sky hanno trasmesso il film d'animazione di Persepolis. mi è molto piaciuto. non è per niente banale, anzi fa molto riflettere

^_____________^

Vele/Ivy ha detto...

@Uomo Timorato: molta gente ha ancora questo preconcetto... anzi, direi la maggioranza! A volte, quando dico che vado in fumetteria e leggo fumetti, la gente mi guarda come se fossi una persona bislacca, ancora persa nelle fantasie infantili-adolescenziali!
Ho sentito parlare molto di Maus, dovrò leggere anche quello.

@Stella: ciao, Stella! Spero che farai il test, sono curiosa di leggere le tue risposte!

@Calendula: sono impaziente di vedere anche il film! Nella mia biblioteca c'è, ma penso che dovrò attendere un po' perchè le copie sono tutte in prestito.

@Veggie: è vero, l'estremismo può portare solo danni. Finchè ne senti parlare in generale è una cosa, ma quando vieni a conoscenza di racconti vissuti è diverso... ti rendi conto di cosa subiscono realmente le persone quando perdono la libertà.

@Ele: come ha detto UomoTimorato, ci sono fumetti da bambini e fumetti da adulti! Però molte persone lo ignorano, purtroppo :-(

@Paola: concordo, è un libro che dovrebbe essere conosciuto da tutti! In alcune università americane so che l'hanno messo tra le letture di esame. Ho compreso molti particolari della storia iraniana più con questo fumetto che seguendo i telegornali!!

@Pupottina: anch'io vorrei vedere il film! Marjane Satrapi lo ha curato in maniera diretta, per cui credo sia bello!

eliana ha detto...

grazie vale per la tua presenza nel mio blog!
una volta anch'io ero lettrice assidua di fumetti...potrei ricominciare a partire da questo romanzo!grazie per la presentazione !

Francesca ha detto...

condivido ogni tua parola: io l'ho adorato!!! Ora sono a caccia di Pollo con le prugne, ma è difficilissimo da trovare... uff!!!

Lukino's pictures ha detto...

ho sempre sostenuto che i fumetti andassero più in là del mero divertimento comico,chi fa fumetti ad un certo punto capisce che non può solamente far ridere,immancabilmente qualcosa del proprio autore viene risucchiato dal fumetto stesso,e senza che te ne accorgi stai "leggendo" una persona...

Vele/Ivy ha detto...

@Eliana: sì, è un'ottima idea per ricominciare a prendere in mano i fumetti!

@Francesca: hai provato a cercarlo non solo in libreria, ma anche in biblioteca? In quella dove vado io c'è, dopo che avrò letto anche gli altri volumi di Persepolis mi cimenterò...

@Lukino: hai detto delle parole molto belle e vere! Non occorre che un'opera sia autobiografica per scoprire all'interno tratti dell'autore... questo vale per tutte le opere creative, compresi i fumetti!

FRA in wonderland! ha detto...

bello! mi hai fatto venire voglia di leggerlo!