"Le anime più pure e più pensose sono quelle che amano i colori" (I. Ruskin)

mercoledì 7 ottobre 2009

La trilogia Millennium - Stieg Larsson

LE TRAME


Mikael Blomkvist, giornalista del mensile Millennium in crisi dopo una condanna per diffamazione, viene invitato dal ricco industriale Henrik Vanger in un piccolo paese in riva al Mar Baltico. La proposta è di rimanere un anno lì per indagare sulla scomparsa della giovane nipote di Enrik, avvenuta molti anni prima.
Mikael farà luce sui segreti della famiglia Vanger, aiutato dalla misteriosa e ribelle Lisbeth Salander.


Dopo aver scoperto la nuova vita di Lisbeth a seguito delle vicende narrate nel primo libro, si entra nel vivo di un'avvincente vicenda giudiziaria. Saranno coinvolti Mikael, che indaga su un traffico di prostituzione, e la stessa Lisbeth, al centro di una congiura di proporzioni incredibili.



Il caso Lisbeth Salander coinvolge sempre di più la società svedese. La ragazza sarà rappresentata dall'avvocato Annika Giannini, sorella di Mikael, mentre oscuri personaggi tramano per mandarla alla rovina. Mikael stesso si batte per la sua innocenza, tra affascinanti collaboratrici della polizia e la preparazione di articoli per la sua rivista Millennium... la quale potrà subire grossi cambiamenti, se la caporedattrice Erika Berger (migliore amica e amante di Mikael) dovesse accettare un'offerta allettante...

COMMENTO

Nel primo libro si viene subito catturati dall'ambientazione sulle coste del Mar Baltico e dalla storia misteriosa della famiglia Vanger. Il secondo romanzo mi è piaciuto un po' meno, forse perchè è un libro "di passaggio", le cui ripercussioni si capiranno meglio nel seguito. Però è assolutamente da leggere, visto che il terzo capitolo della saga è fantastico! Parte un po' lento, ma coinvolge sempre di più fino ad arrivare all'apice, cioè il processo che deciderà le sorti di Lisbeth Salander.

Oltre alla suspense, la saga ci regala interessantissimi spaccati della società svedese e della vita nelle redazioni dei giornali (specialità di Larsson, visto che fece il giornalista per tutta la vita).

Ma la cosa migliore, che distingue questi romanzi dalla massa di best-seller in circolazione, è la bravura con cui l'autore dipinge i protagonisti. Ognuno ha una personalità a tutto tondo, che coinvolge e affascina. Andando avanti i libri il numero dei personaggi aumenta, e Larsson riece sempre a farci interessare a tutti.

Perciò non posso che consigliarvi di immergervi nel mondo di Millennium!
Qualche link utile:
Uomini che odiano le donne
La ragazza che giocava con il fuoco
La regina dei castelli di carta

17 commenti:

UomoTimorato ha detto...

e anche tu ne parli bene di questa trilogia...
mmm...
Senti non so, sarò io ma a me non mi piglia proprio, nemmeno per curiosità.
Immagino però che di sicuro qualcosa di buono deve esserci necessariamente. Il discorso dei personaggi ben caratterizzati è già un ottimo punto a favore di per sè.

ele ha detto...

È difficile costruire un personaggio che abbia una personalità interessante e sempre coerente. I temi poi mi sembrano attuali e interessanti.
Mi hai incuriosito, penso che mi immergerò anch'io in questo mondo!
Ciao!

Auryn ha detto...

non so, non mi ispira molto... però ne parlate tutti bene!!
penso che mi deciderò a leggerlo... (se penso che per anni ho snobbato Hatty Potter, finchè i miei migliori amici non mi hanno regalato il primo libro della serie, rendendomene schiava!!)

Geillis ha detto...

Il primo mi è piaciuto da morire, il secondo è cominciato a calare, il terzo mi è sembrato prolisso e un po' noioso, troppo spionistico per i miei gusti...secondo me aveva bisogno di una bella revisione e di una sforbiciata per renderlo più scorrevole!
Però peccato che sia morto, poteva scriverne ancora, magari approfondendo ancora il personaggio di Lisbeth, che io adoro!!
Comunque le atmosfere tenebrose e nordiche del primo sono assolutamente le mie preferite, anche perchè io preferisco il giallo psicologico al thriller, però è questione di gusti

Veggie ha detto...

L'aspettavo, questo post sulla trilogia...!! Sono tutti e 3 bei romanzi, ma il primo è quello che mi è piaciuto di più...

Vele/Ivy ha detto...

@UomoTimorato: il miglior modo per farsi un'opinione è leggerli! ;)

@Ele: fammi sapere se ti piace!!

@Auryn: anche a me i best seller, in genere, stanno antipatici... ma l'entusiasmo di chi mi circonda (soprattutto il coinquilino) mi ha convinta ad iniziare questi!

@geillis: anche per me il primo è forse il preferito; il secondo non mi ha entusiasmata, però devo dire che il terzo mi ha proprio esaltata.
E poi sì, rimane la curiosità per quelli che avrebbe potuto scrivere... sigh, che spreco... :(

@Veggie: :) Anche tu una fan! In effetti il primo ha delle atimosfere veramente affascinanti.

La Bohemien ha detto...

Questi invece devo dire che non mi attirano, solitamente scappo via da best seller e libri "inflazionati", penso sempre che se piace a tutti difficilmente può piacere a me :P
Mi fido certamente del tuo buongusto, ma penso che non li prenderò ugualmente >_<
Smuack

Pupottina ha detto...

^________________________^
anche tu sei stata contagiata da questa che per me è ormai una sindrome da Millennium...
sono contenta che anche a te siano piaciuti...
buon giovedì ^__________^

FRA...le Nuvole! ha detto...

non li ho letti, ma ho visto il film "uomini che odiano le donne". bella storia, avvincente. il film però era troppo crudo...

calendula ha detto...

ho letto il primo, e domani acquisterò il secondo, il primo mi è piaciuto moltissimo, volevo dirti che da Febbraio a Ravenna cè un mostra sui preraffaelliti, molto interessante, con opere di moltissimi esponenti, nonchè del fondatore del movimento Rossetti, i prezzo del biglietto è di 8 € la mostra dura sino a Giugno, io mi sto organizzando per andare... sai come è vivendo in Sardegna, e sempre tutto mooooooolto più lungo...

giardigno65 ha detto...

lo sai che me li sono fatti prestare proprio oggi dalla mia collega ?

Libertè ha detto...

Interessante questi libri...è vero, un aspetto importante è la creazione dei personaggi (e io mi sono trovata in questa situazione ^^)un bacione!

Stella ha detto...

sono intenzionata a leggere questa trilogia ^__^ buon weekend!

p.s. ho pubblicato il mio mistero!

Alfa ha detto...

Presto (appena avrò un attimo di respiro) inizierò a leggere il primo.

Grazie delle tue parole, Vele.

Vele/Ivy ha detto...

@La Bohemien: e perchè precludersi un bel libro solo per il fatto che è diventato famoso? ;) Un bacione!

@Pupottina: sì, mi avete contagiata!!

@Fra: tieni presente che il libro è mooolto meglio del film!

@Calendula: grazie mille per la segnalazione, se stata mitica! Ho già avvisato il coinquilino, è una mostra che devo assolutamente vedere... e ne approfitteremo anche per visitare la bellissima Ravenna! Grazie :)

@Giardigno: bene, spero che ti piacciano!

@Libertè: in effetti la caratterizzazione dei personaggi è la cosa che noto di più in un libro ;)

@Stella: wow! Appena possibile corro a leggere il tuo mistero...

@Alfa: prego :)
Sono davvero contenta che tu sia tornato!

La Bohemien ha detto...

Tu hai ragionissima, ma non si tratta di ancar controcorrente a tutti i costi, è solo che robe come "Il signore degli anelli", o peggio ancora twilight (bleah!) cioé i libri che piacciono a chiunque li legga a me normalmente non piacciono, mi annoiano, alla 3^ pagina smetto, sempre ammesso che io ci arrivi! Sinceramente comprare una trilogia con questo rischio non ne vale la pena....e la biblioteca non mi vede da millenni....magari se prima o poi me lo prestasse qualcuno, ci proverò senza dubbio!

Vele/Ivy ha detto...

@La Bohemien: certo, se non ti piacciono questi generi è un'altra storia; la mia perplessità è solo su quelli che, come hai detto tu, vanno "controcorrente a tutti i costi".
Poi sono d'accordo sul fatto che, se un libro non convince, è inutile comprarlo... io ad esempio compro quasi esclusivamente i classici, perchè sono convinta che non possono deludere! Per il resto, sono un'accanita sostenitrice delle biblioteche :)