"Le anime più pure e più pensose sono quelle che amano i colori" (I. Ruskin)

mercoledì 20 gennaio 2010

La solitudine dei numeri primi - Paolo Giordano

La storia

Alice e Mattia sono stati segnati da traumi infantili che hanno condizionato per sempre le loro vite.
Proprio come i numeri primi gemelli, sono diversi da tutti gli altri e molto vicini tra loro, ma mai abbastanza da toccarsi...

Commento

Ho iniziato La solitudine dei numeri primi con aspettattive basse (mi è stato regalato, ma la trama non m'ispirava), all'inizio confermate: mi sembrava che l'autore facesse di tutto per cacciare i protagonisti in episodi svilenti, allo scopo di impressionare il lettore.
Eppure... nonostante ciò, non riuscivo a smettere di leggere. Perchè è un libro scritto veramente bene, lo stile preciso e pulito tiene incollato alle pagine il lettore.
Mano mano, mi sono appassionata alla trama. E' la storia di chi vive ai margini della società, lontano dai sorrisi patinati dei "vincenti".

Finale dolceamaro, che comunque non mi pare così negativo come ho letto in molti commenti. A me è sembrato che i protagonisti abbiano trovato il modo di vivere la loro speciale solitudine liberi, finalmente, dai sensi di colpa imposti dalla società.

Edizione: Mondadori, 2008
Pagine: 304
Per leggerlo, clicca di seguito: La solitudine dei numeri primi 

13 commenti:

Lukino's pictures ha detto...

io non sono un grande lettore, a parte un grosso libro sulle scritture di H.P.Lovecraft che mi hanno regalato a Natale,non mi sono mai interessato troppo, però questo libro l'ho sentito parecchio,ne ho sempre sentito parlare bene,prima o poi capiterà che comprerò un libro,per "colpa" tua Vele :D

Nuvolette ha detto...

io invece non l'ho amato molto.
L'ho trovato un po' artefatto e poco spontaneo, soprattutto in alcuni passaggi mi intrigava di più la spiegazione matematica o fisica dei sentimenti che non la storia in sè.
Con questo non voglio dire che sia scritto male, ma che gli manca quella scintilla che rende un libro vivo...

Lady Boheme ha detto...

L'argomento è molto interessante, e mi piace come lo descrivi, lo leggerò senz'altro! Un bacione, cara, e buona serata!

ele ha detto...

Ho letto questo libro qualche mese fa, e ti dico che anch'io ho avuto la stessa impressione.L'inizio non mi ha convinto molto, ma nel complesso mi è piaciuto. E ho trovato anche tante verità!
Ciao!

Veggie ha detto...

Questo l'ho letto... e l'ho trovato bellissimo... anche se, in alcuni tratti, non proprio verosimile... Il finale, poi. è semplicemente stupendo...

max ha detto...

Giovanotta con la tua chiacchiera potresti vendere frigoriferi agli esquimesi....
;)))

Geillis ha detto...

L'ho letto e non mi è dispiaciuto, anche se forse non mi ha toccato profondamente: di solito i libri li leggo più volte, ma questo no, non ho alcuna voglia di rileggerlo, anche se l'ho trovato abbastanza ben scritto e interessante...forse perchè troppo triste, chissà

UomoTimorato ha detto...

Ne ho sentito spesso parlare come un bel libro, potrebbe essere un idea...
Secondo mese un libro è scritto veramente bene, piò anche sacrificare poco poco la trama (ma poco, sempre libro è).

giardigno65 ha detto...

una bella opera prima !!! un inizio folgorante...

Pupottina ha detto...

l'ho letto anche io e ci ho scritto un post che mi sembra anche tu hai commentato...
sono felice che ti sia piaciuto....
però avrei preferito un altro finale per i personaggi, ma se fosse stato così la solitudine si sarebbe azzerata

Vele/Ivy ha detto...

@Lukino: mi sento in colpa!! :P

@Nuvolette: anch'io all'inizio lo trovavo un po' artefatto, però poi mi ha catturata. In realtà mi ha anche sorpresa, perchè ero partita con un sacco di preconcetti negativi!

@LadyBoheme: grazie mille!

@Ele: siamo sulla stessa lunghezza d'onda!

@Veggie: finora sei l'unica persona che sento che abbia apprezzato il finale ;)

@Max: AHAHAHAHAAAHH, troppo buono!!

@Geillis: in effetti anch'io avrei difficoltà a rileggerlo... proprio perchè in alcune parti è molto cupo.

@Uomo Timorato: sono perfettamente d'accordo con te!

@Giardigno: vero, un esordio interessante!

@Pupottina: è vero, in effetti ha senso che debba finire così... anche se si spera sempre in un avvicinamento definitivo tra Alice e Mattia!

Pupottina ha detto...

buon mercoledì ^_______^
da me è freddo e piovoso

Silvia ha detto...

Anche a me è stato regalato...
ammetto che non ne conservo un buon ricordo: lo considero uno dei libri peggiori che ho letto...