"Le anime più pure e più pensose sono quelle che amano i colori" (I. Ruskin)

mercoledì 6 ottobre 2010

Il bosco delle storie perdute - Eileen Favorite

Il bosco delle storie perdute: romanzo dalle trama originale, a tratti inquietante, ideale per gli amanti del fantasy e delle grandi eroine della letteratura.


Catturata dalla trama (e anche un po' dalla bellissima copertina), non potevo non leggere questo libro.

La storia: Penny ha tredici anni, vive in una grande casa immersa nella radura insieme alla giovane madre. La particolarità del luogo è che attira le eroine dei romanzi: Madame Bovary, l'omerica Penelope, Rossella O'Hara e perfino un'antica eroina celtica sono solo alcune delle protagoniste che fanno una capatina a casa di Penny, per prendersi una sosta momentanea dalle loro storie.
Il clima incantato non dura però per molto: dopo aver raccontato di conoscere un re celtico, Penny viene ricoverata e rinchiusa in un manicomio per adolescenti. Qui la storia si fa angosciante, almeno per me (ho avuto perfino gli incubi, sognando di essere rinchiusa e costretta a prendere farmaci). Non vi svelo troppo per non rovinare la trama, ma alla fine Penny troverà il modo di scappare e continuare a vivere la sua avventura.

Il libro è ricco di spunti interessati e non è male per un'esordiente, infatti attendo con curiosità altre opere della Favorite. Trovo però che le varie parti non siano ben amalgamate, rimane il senso di "stacco" tra una e l'altra; inoltre, molte cose sono buttate lì senza una spiegazione (perché le eroine sono attirate dalla mamma di Penny? Non c'è nemmeno un accenno della possibile interpretazione...).

Ho però apprezzato l'originalità della trama e inoltre mi è venuta voglia di scoprire Franny, un'eroina che non conoscevo (è un personaggio di Salinger): è sempre bello trovare l'ispirazione per nuove letture!

Titolo originale: The Heroines
Traduzione: Chiara Brovelli
Editore: Elliot Edizioni, 2008 (Collana Scatti)
Pagine: 315

Se volete leggerlo anche voi, date un'occhiata al link di seguito: Il bosco delle storie perdute

16 commenti:

UomoTimorato ha detto...

Per un opera prima, direi che cmq non c'è male. Sembra davvero bello questo libro.

Phoebes ha detto...

Interessante! Sono molto curiosa! lo metto in wishlist! :)

max ha detto...

Mi domando perchè solo le protagoniste femminili si prendono questa pausa???Che "moscione" queste protagoniste....andate a lavorare......
Comunque l'idea non è malvagia.
ciao

Lady Boheme ha detto...

Interessantissima la trama e i miei complimenti per la tua splendida recensione!!!!Un abbraccio, cara e felice giornata

Lukino's pictures ha detto...

Vele! tu che sei una librofila incallitissima,hai per caso qualche suggerimento da darmi su qualche libro sulla sceneggiatura? :D

Bookaholic ha detto...

Senza dubbio interessante... Me lo segno, se mi capiterà tra le mani in libreria ci farò un pensierino ;)

la stanza in fondo agli occhi ha detto...

Potrebbe non essere male e poi gli esordienti vanno sostenuti

Doctor Peter and Mister Hook ha detto...

Grazie per il consiglio. Potrebbe essere un bel regalo per Natale... se dovessi decidere di comprarlo però me lo leggerò prima io :), e poi chissà se vorrò ancora regalarlo. Bye bye

Vele/Ivy ha detto...

@Uomo: sì, fa sperare negli altri libri che potrebbe pubblicare!

@Phoebes: sono contenta di averti incuriosita :-)

@Max: AHAHAHAHA :-D
Lo sai, hai centrato un punto interessante, cioè che non viene spiegato perchè le eroine sono tutte femminili. E' una delle cose "buttate lì" di cui parlavo nel post.

@Lady: grazie mille a te per la tua gentilezza ^___^

@Lukino: non ti darò l'indicazione di un libro "teorico", ma di una sceneggiatura vera e propria, da parte di uno dei più geniali fumettisti in circolazione: Neil Gaiman.
Cerca di reperire il Volume tre di "Terre del sogno" della serie Sandman pubblicata da Vertigo/Magic press (in fumetteria o via internet). Alla fine c'è la sceneggiatura di "Calliope": credimi, può insegnare tantissimo ad un aspirante fumettista!!

@Book: io l'ho preso in biblioteca, puoi cercarlo anche là!

@La stanza: hai ragione!

@DOctor: puoi sempre prenderne 2 copie! ;-)

Lukino's pictures ha detto...

grazie mille Vele! non sapevo proprio dove sbattere la testa :D

Anonimo ha detto...

l'avevo visto quando è uscito, ma il fatto che fosse un'esordiente mi ha frenato un po'.
MagicamenteMe

Vele/Ivy ha detto...

@Lukino: grazie, spero che ti possa servire :-)

@MagicaMente: e perchè? Come dice La stanza in fondo agli occhi, gli esordienti vanno sostenuti ;-)

Veggie ha detto...

Hai ragione, la copertina è veramente... magica!
Sai, secondo me la cover di un libro è importantissima, perchè è la prima cosa che cattura, che attrae... certo, poi non significa niente se il contenuto del libro non è all'altezza, però dà un forte input all'acquisto, almeno nelle persone come me che hanno una certa "attrazione artistica"...

Geillis ha detto...

IO spesso vado a naso, leggo la trama e scruto la copertina, non so perchè, ma una copertina brutta mi fa desistere dal leggerlo...lo so che è stupido, però anche la copertina mi può ispirare oppure no! Comunque questa trama mi pare davvero interessante, lo tengo assolutamente presente tra le prossime scelte

Vele/Ivy ha detto...

@Veggie: bè, il libro è un oggetto completo, perciò anche la copertina ha una sua importanza... perlomeno al primo impatto!

@Geillis: Sì, la trama è interessante, forse non è sviluppata in modo perfetto, però è uno spunto originale da scoprire!

Pupottina ha detto...

promette bene già dalla copertina, ma se trovi che le parti non siano ben amalgamate.... forse può essere una strategia dell'autrice ... certo che il successo di un libro sta più nella mente e nel gusto che ci trova chi lo legge ;-)