"Le anime più pure e più pensose sono quelle che amano i colori" (I. Ruskin)

domenica 10 aprile 2011

L'incontro con la dama del lago

Buongiorno a tutti dal vostro amico gnomo.
Come promesso nel post precedente, oggi vi parlo del mio incontro con una Dama del Lago.
In quel periodo viaggiavo molto, infatti svolgevo la professione di commesso viaggiatore (di cui mi occupo ancora adesso, occasionalmente). Giunsi così per uno scambio in una zona frequentata dall'autrice di questo blog, la zona dei laghi tra Como e Lecco. Non posso dirvi il luogo esatto, per una questione di riservatezza; vi basterà sapere che è la dimora di una meravigliosa Dama del Lago.


Le Dame del Lago sono fate molto potenti e regali che dimorano all'interno dei laghi... bè, in verità la superficie acquatica serve proprio da "copertura", per ingannare gli occhi di voi umani e nascondere i castelli sfarzosi di queste dame.


All'interno delle loro dimore si sta all'asciutto, ma dalle finestre si possono ammirare le azzurrine profondità lacustri.
Ma cos'è che avevo da portare alla Dama del Lago?
Nientemeno che Lilù, la libellula nata da una lacrima della naiade Dibrilla.
In cambio mi feci recapitare a casa cinque casse del liquore Ninfalinfa, prodotto dalla fermentazione di ninfee e latte di unicorno. 
Avvertenza: bevete il liquore Ninfalinfa responsabilmente!

12 commenti:

Gabe ha detto...

leggendo i racconti dello gnomo mi sento come una ragazzina ....grazie!

Mari da solcare ha detto...

Un pò di liquore Ninfalinfa: dove posso acquistarlo?! Vorrei averne una bottiglietta, nella mia dispensa!

Lady Boheme ha detto...

Carissimo Gnomo, sarei proprio curiosa di assaggiare un bicchierino di liquore Ninfalinfa... !
Baci baci

Silvia ha detto...

Il liquore Ninfalinfa è davvero buono: noi elfi ne siamo grandi estimatori!!! Ovviamente lo beviamo con grande responsabilità: infatti non si è mai visto un elfo alticcio, giusto??!!

;-)

Il lago dei misteri ha detto...

Un bicchierino di Ninfalinfa lo berrei volentieri, caro gnomo!

Luigi ha detto...

io invece vorrei incontrare la dama del lago...

Doctor Peter and Mister Hook ha detto...

Preferisco le fate dei mari, so che ce ne sono di buone... ma come rifiutare un po' di Ninfalinfa? Alla salute, gnometto.

max ha detto...

Un bicchierino di Ninfalinfa con la dama del lago e insieme agli amici del tuo blog me lo farei volentieri....o preferisci le birre irlandesi???'

calendula ha detto...

ciao siccome gli avevo saltati mi sono letta tutti i post precedenti sulle sirene e affini, mi interessa molto la storia di LIlith... vorrei saperne di più hai qualche libro o sito da consigliarmi, un bacio cal

Pupottina ha detto...

esiste davvero questo liquore?
non ne avevo mai sentito parlare... è un bel regalo per la Dama.
buon proseguimento ^________^

AurynKK ha detto...

per fortuna sono astemia!!

Gnomo del rosmarino ha detto...

@Gabe: è molto bello che queste storie risveglino la tua parte più fanciullesca, cara amica.

@Mari: è molto, molto difficile da acquistare... dovresti trovare qualcosa di adeguato da offrire ad un essere fatato, in cambio di una merce così preziosa...

@lady: lo credo bene, visto che te ne intendi di pietanze deliziose :-)

@Silvia: giusto!! Il problema non è per noi esseri fatati, ma per gli esseri umani, che sono molto meno responsabili.

@il Lago: sono sicuro che lo apprezzeresti molto, caro Alfa.

@Luigi: ne rimarresti incantato...

@Doctor: anche le ninfe dei mari sono creature interessanti... un po' pericolose, ma interessanti.

@Max: ah, che scelta ardua! Non saprei, mi piacciono tutti e due... il Ninfalinfa però è più pregiato, perché è merce difficile da trovare sul mercato.

@Cal: Vele ti consiglia di leggere Il numero 12 del fumetto "Sandman" (se non lo conosci, fai un cerca su questo blog). Contiene una storia molto suggestiva che parla anche della storia di Lilith.

@Pupi: certo che esiste! Forse da voi non è molto famoso, ma per il piccolo popolo è una vera prelibatezza.

@Auryn: credo che il dolce profumo del Ninfalinfa inebrierebbe anche te.