"Le anime più pure e più pensose sono quelle che amano i colori" (I. Ruskin)

giovedì 7 luglio 2011

Il libro dell'estate - Tove Jansson

Tove Jansson è un'autrice finlandese a cui sono veramente legata, perchè mi ha fatto trascorrere delle ore indimenticabili, durante la mia infanzia, grazie a suoi libri sulla Valle dei Mumin.


I Mumin sono dei teneri troll che assomigliano vagamente a piccoli ippotatami: Tove ha dedicato una saga di libri a loro e a tutti i loro amici, una fauna di personaggi fatati nati dalla sua fantasia. La cosa più incredibile sono le avventure che i personaggi vivono: cacce alle comete, scoperte di relitti marini, rappresentazioni teatrali itineranti... ogni personaggio ha una sua psicologia ben delineata, con pregi e difetti: c'è chi è più mansueto e chi dispettoso o anche propriamente fastidioso.

Da grande ho voluto riprendere in mano questa autrice e ho scoperto che ha scritto anche dei libri per adulti.
L'inizio di questo "Libro dell'estate" mi ha lasciata un po' stranita, con i suoi dialoghi veloci inseriti direttamente nella narrazione, senza le virgolette. Ma ci ho messo poco ad entrare nella storia, anche perchè moltissimi argomenti mi erano familiari.
I personaggi principali sono Sofia, una bambina, e sua nonna; ma a dire la verità, l'autentica protagonista è l'isola dove vivono. Come nei libri da lei scritti per l'infanzia, l'autrice esprime la sua passione per il mare, i bagni, i gigli acquatici, i relitti portati sulla battigia e la tremenda fascinazione delle mareggiate. Altri argomenti cari a Tove sono la descrizione della notte di Mezz'estate e la repulsione per i divieti e i cartelli di proprietà privata.
Il rapporto da nipote e nonna è tutt'altro che banale: l'infanzia non viene vista in modo idilliaco, e i processi che fanno crescere la bambina passano attraverso momenti difficili, di incompresione e a volte amare scoperte.
Un piccolo romanzo che mi è piaciuto per il suo essere in bilico tra descrizioni fiabesche e concretezza realistica.

Se siete curiosi di leggerlo, cliccate di seguito:
Il libro dell'estate

9 commenti:

let ha detto...

Mi hai fatto fare un tuffo nel passato! Questo libro è stato il mio primo acquisto del catalogo iperborea, tanto tanto tempo fa (ero al liceo). Non lo ricordo bene per cui sono contenta che con questo post tu mi abbia rinfrescato la memoria;-))

Lu ha detto...

Curioso... Mi sa che se passo in libreria ci butto un occhio - spero di ricordarmene. Sai, ultimamente gli autori svervegi, finnici e nordici in genere mi stuzzicano... :)
Brava Vele!

Gabe ha detto...

un libro da leggere,grazie per averlo segnalato,bacioni

Silvia ha detto...

Non conoscevo questa autrice! Grazie del consiglio!

;-)

ele ha detto...

Che carini questi Mumin!
Interessante il tema del libro: purtroppo la vita di un bambino non è fatta solo di spensieratezza, ma anche situazioni poco felici che verranno portate dentro fino in età adulta.

max ha detto...

Mi sembra interessante! Ottima segnalazione, ciao Ivy

Pippicalzelunghe ha detto...

Questo libro mi incuriosisce molto, lo comprerò!

Il lago dei misteri ha detto...

Interessante, non la conoscevo.

E sai che quando si parla di isole...
;)

Vele Ivy ha detto...

@Let: ma dai!! E' un libro così particolare, bello sapere che l'hai letto anche tu!

@Lu: in effetti gli autori scandinavi raccontano il mondo da un punto di vista interessante perché spesso lontano dal nostro...

@Gabe: grazie!

@Silvia: te la consiglio perché scrive davvero bene!

@Ele: i Mumin sono tenerissimi e simpaticissimi!! :-)

@Max: ciao e bentornato!

@Pippi: fammi sapere se ti piace!

@Il lago: già, la descrizione dell'isola secondo me potrebbe piacerti non poco...