"Le anime più pure e più pensose sono quelle che amano i colori" (I. Ruskin)

martedì 6 settembre 2011

Skansen a Stoccolma: dove il tempo si è fermato

Il tempo pare proprio essersi fermato a Skansen, il museo all'aperto di Stoccolma.


Mi avete riconosciuto?
Sono proprio io, lo Gnomo del Rosmarino: oggi vi farò da guida.
Ho scelto di approfondire Skansen perché è uno dei luoghi che ho amato di più in questa lunga vacanza... il motivo? Bè, il fatto è che mi è sembrato di tornare indietro nel tempo, a com'era il mondo quando ero un giovane gnomo...
Non che adesso io sia vecchio, eh! Dopotutto, ho solo duecentodieci anni. Diciamo che Skansen mi ricorda i tempi di quando ero più giovane.


Skansen è stato fondato nel 1891, proprio per preservare le antiche tradizioni svedesi.
Una di queste è issare durante la festa di mezz'estate l'albero di maggio, che vedete qui sotto, e ballarci intorno delle danze tradizionali.


A Skansen si può fare conoscenza anche di simpatici animali.


L'attrazione più famosa è la tana degli orsi bruni: noi abbiamo visto giocare i cuccioloni nati questa primavera, e siamo rimasti incantati.


Era bello vederli così vivaci.
Nei pressi della tana ci sono delle immagini che fanno vedere com'erano le condizioni degli orsi appena fondato il museo: erano rinchiusi dentro gabbie metalliche e ovviamente avevano atteggiamenti molto aggressivi nei confronti dei visitatori che li stavano a guardare al di là delle gabbie. Ci credo, poverini!
Per fortuna ora gli animali nordici che si trovano a Skansen non sono tenuti in gabbia e anzi hanno abbastanza spazio per muoversi. Inoltre sono nel loro ambiente naturale.
Il vostro gnomo, invece, non ha per niente apprezzato la casa delle scimmie e lo zoo per bambini che hanno messo alla fine del percorso. Io non ho neanche voluto entrarci, visto che lì gabbie e animali rinchiusi in ambienti estranei c'erano eccome.
Quindi torniamo alla nostra visita nel cuore di Skansen, in mezzo agli animali scandinavi...



Oltre agli animali, la cosa affascinante era camminare in mezzo agli antichi cottage svedesi.

Non dovete pensare che siano costruzioni finte: solo  3 edifici sono copie di costruzioni autentiche, per il resto il fondatore di Skansen, Artur Hazelius, acquistò 150 costruzioni originali in tutto il mondo e li fece montare nel suo museo all'aperto!
C'era anche una vera fattoria.

Un'ultima cosa prima di lasciarvi: Vele mi ha chiesto di rivelarvi come sono i tipici membri del Piccolo Popolo svedese. Ebbene, vi accontenterò...


Ciao a tutti,
Lo Gnomo del Rosmarino

12 commenti:

Lady Boheme ha detto...

Carissimo Gnomo, i miei complimenti per lo splendido e interessantissimo post!!! Un forte abbraccio

Pupottina ha detto...

ciao Gnomo del Rosmarino!
veramente bello e particolarissimo questo museo di Skansen!!!
deve essere stato stupendo visitarlo....

Luigi ha detto...

è praticamente un paradiso!!!

Pippicalzelunghe ha detto...

Ciao gnomo del rosmarino grazie del reportage e dei commentuzzi,sei veramente un bravo fotografo!!!Anche Carletta ti fa i complimenti,peccato che per lei tu sia troppo vecchio!E peccato che stia con quel'antipatico di Mirko,adesso vuole andare con lui a visitare quei posti!!!

ele ha detto...

Ma che carini gli orsetti!!!

Mi hai fatto ricordare quando avevo visto gli animali del circo rinchiusi in gabbie minuscole... Per fortuna che ci sono anche posti dove possono vivere liberi!

Carolina Venturini ha detto...

Che luoghi fantastici. Ogni volta che leggo di questi posti mi viene una voglia infinita di fare i bagagli e partire!

Doctor Peter and Mister Hook ha detto...

Carissimo gnomo, guardando la foto del tuo simile svedese capisco bene perchè Vele ti abbia chiesto di postarla: è ovvio che si gongola del tuo aspetto, decisamente più... rubicondo. Ottimo servizio, comunque, degno della tua padroncina (ho apprezzato molto anche le omissioni zoofile). Ciaooo.

Geillis ha detto...

Durante il giro della Scandinavia, vedemmo il museo all'aperto di oslo, davvero splendido, ma a Stoccolma no, non so perchè...forse perchè capitammo in città durante il Festival dell'Acqua, e c'erano talmente tante cose da vedere che non abbiamo fatto in tempo. Che bei posti, come ci tornerei volentieri...

Pupottina ha detto...

buon weekend

^______^

max ha detto...

Gnomo del rosmarino me sei proprio piaciuto!bel post e bei post

Gnomo del rosmarino ha detto...

@Lady: grazie mille, sei proprio una lettrice gentile e affezionata!

@Pupottina: Ti dò ragione, cara amica: visitare Skansen è stata un'esperienza indimenticabile...

@Luigi: sì, per me è una definizione che casca a pennello!

@Pippi: mi dispiace che Carletta la pensi così... le bionde gnomette svedesi che ho incontrato, al contrario, mi ritenevano molto giovanile.

@Ele: condivido in pieno. Vedere quei giovani orsi giocare, senza che sembrassero infastiditi dalla nostra presenza di "spettatori", è stata la cosa più emozionante.

@Carolina: vedrai che prima o poi anche tu riuscirai ad andarci...

@Doctor: in effetti noi gnomi italici abbiamo un aspetto molto più raffinato dei tipici folletti svedesi. Però anche loro sono molto simpatici.

@Geillis: in queste lande del Nord ci sono davvero innumerevoli posti da scoprire. Anche la Norvegia è una meta che mi incuriosisce parecchio.

@Pupottina: altrettanto, cara amica!

@Max: grazie amico Max, attendo sempre i tuoi commenti spassosi!

Federica ha detto...

Ciao gnomo, che bel museo! Dovrò portarci al più presto i miei due piccoli elfi.
Baci
Federica