"Le anime più pure e più pensose sono quelle che amano i colori" (I. Ruskin)

sabato 22 ottobre 2011

I matrimoni degli gnomi

Ciao a tutti dal vostro amico Gnomo. Oggi vi parlerò dei matrimoni degli gnomi, in omaggio al matrimonio della Vele avvenuto di recente.

Il matrimonio "classico" degli gnomi prevede molta meno burocrazia di un matrimonio umano.
Di solito funziona così: uno gnomo e una gnoma decidono di vivere insieme. Per prima cosa pensano a dove sistemarsi, costruendo una nuova e confortevole casetta
Quando tutto è pronto per andarci a vivere, mandano messaggi a tutte le persone che conoscono: "Cari amici, il giorno X la gnoma Perilla e lo gnomo Farfabul cominceranno la loro vita assieme. Siete invitati alla festa. Prego venire muniti di cibarie". Eh sì, perché è la festa degli sposi, che hanno già dovuto faticare per metter su casa e quindi nessuno pretende da loro che facciano trovare agli ospiti il cibo pronto: ognuno porterà qualcosa.
Naturalmente, tutta la baraonda di persone invitate non ci sta nella casa dei novelli sposi. La festa di fa quindi in una bella radura nel bosco: se fa brutto, si provvede a metter su una copertura di foglie e rami intrecciati. Si mangia, si beve ottimo vino Sponup - il vino dei matrimoni - e si eseguono le tipiche danze gnomesche.

Alla fine della festa, gli sposi mettono all'ingresso una targa coi loro nomi e da quel momento sono sposati.
Facile, no?

Devo dire comunque che, col tempo, anche noi gnomi siamo rimasti influenzati dalle cerimonie più... "cerimoniose" che seguono gli esseri umani. Nei villaggi più strutturati - quale era modestamente il mio - abbiamo cominciato a far officiare i matrimoni dallo Gnomo Saggio del Villaggio, che è uno gnomo o una gnoma che con la sua esperienza e il suo operato si è distinto/a tra tutti.
Sono orgoglioso di dirvi che nel mio villaggio tale figura era ricoperta da mia nonna, la Nonna Gnoma, di cui un giorno vi parlerò. Ai matrimoni, usava fare un discorsetto benaugurante agli sposi e consegnava loro una spiga d'argento, simbolo di prosperità per la famiglia. Nelle occasioni ufficiali, la coppia usa appuntarsi la spiga sul cappello per dimostrare la sua unione.
Ma in ogni caso, se la coppia novella non ha tempo di fare la grande festa subito prima di andare a vivere insieme, il caro vecchio metodo di scrivere i propri nomi sulla targhetta della casa li rende sposati; si fa sempre in tempo a festeggiare in un secondo momento.

Spero di essere stato esaustivo... e, prima che me lo chiediate, ve lo dico subito: io non mi sono mai sposato! Il vostro gnomo è uno spirito libero, quindi avvertite tutte le mie fans gnomette che vorrei rimare tale!

Un abbraccio a tutti,

Lo Gnomo del Rosmarino

18 commenti:

ele ha detto...

Gli gnomi si che sono furbi, mica come noi umani che andiamo a perderci in mille scartoffie!
Ho deciso: io vorrò sposarmi con il rito gnomesco!

Lady Boheme ha detto...

Carissimo gnomo, i vostri matrimoni sono veramente fantastici!!! Un abbraccio

Luigi ha detto...

come: si è già sposata la Vele???
E noi che ci stavamo preparando per darle almeno un abbraccio preparatorio!!!
Sempre di corsa queste fate...

Vonetzel ha detto...

Mi sa che gli Gnomi hanno capito tutto!... ;-)

Il lago dei misteri ha detto...

Mi sembra un ottimo metodo!

Ma... mai dire mai, mio caro gnomo...

Pippicalzelunghe ha detto...

Caro gnomo del rosmarino e se la coppia non va daccordo cosa succede?

Veggie ha detto...

Mi sa che sono molto meglio i matrimoni tra gnomi che quelli tra uomini...

Gabe ha detto...

se avessi una seconda possibilità,mi sa che nascerei gnoma,

Rita Baccaro ha detto...

chissà che belle le musiche gnomesche!!

Doctor Peter and Mister Hook ha detto...

Caro Gnomo del Rosmarino, la tua scelta da single è di tutto rispetto. Peccato, però: la Gnoma delle Ghiande che vive ai piedi del mio rifugio, su di te, ci stava facendo un pensierino... Se vuoi te la presento: non è detto che dobbiate sposarvi, potreste convivere, coabitare. Conosco tanti che lo fanno: il mondo è pieno di... cognomi. :p Ciao.

Pupottina ha detto...

ahahahah avvertirò le gnomette che conosco, stai tranquillo!!!
mi sembra molto più pratico sposarsi fra gnomi.... magari nella prossima vita decido di rinascere gnometta ;-)

Mari da solcare ha detto...

E' sempre bello leggere di unioni di amore: che siano tra gli gnomi o gli esseri umani. Viva gli gnosi!

TuristadiMestiere ha detto...

a saperlo prima, avrei chiesto anche io di appellarmi alla burocrazia gnomesca...mooooooooooooolto più semplice, mica come noi umani!!!

max ha detto...

Che dritti questi gnomi!C'è sempre da imparare..ciao

la stanza in fondo agli occhi ha detto...

Gli gnomi hanno più senso pratico di quanto comunemente si creda!

Gnomo del rosmarino ha detto...

@Ele: ottima idea, cara amica. Avvisami quando sarà il momento, che ti consiglierò uno gnomo saggio per officiare la tua cerimonia.

@Lady: grazie per il tuo entusiasmo, cara amica.

@Luigi: in effetti è sempre di corsa la nostra Vele, per tutto quanto. Sarà l'aria di Milano...

@Vonetzel: io lo sostengo da sempre!

@Il lago: cosa intendi dire?

@Pippi: anche in questo caso, c'è molta meno burocrazia da affrontare. Ma per fortuna tra noi gnomi quell'eventualità accade raramente.

@Veggie: dipende dai punti di vista. A me piacciono più i matrimoni gnomeschi, ma forse sono un po' di parte...

@Gabe: mai dire mai, cara amica.

@Rita: sei proprio un'intenditrice, cara amica.

@Doc: ecco, lo sapevo, un'altra fan! Io sono molto contento di fare nuove amicizie, e mi reputo anche un galangnomo. Però amo molto la mia libertà, sia chiaro...

@Pupottina: brava cara amica, tu sì che hai senso pratico.

@Mari: parole molto belle, brava Mari.

@turista: già, noi non ci perdiamo in tutte quelle carte.

@Max: sono proprio contento di farvi imparare i nostri usi e costumi.

@La stanza: perché, nel senso comune abbiamo poco senso pratico? Se è così, è un mito decisamente da sfatare.

Il lago dei misteri ha detto...

Intendo che prima o poi troverai anche tu una bella gnometta che ti farà perdere la testa... ;)

Gnomo del rosmarino ha detto...

Ti rivelerò una cosa, amico lago.
Una volta ho incontrato una gnometta che mi ha fatto perdere la testa. Ma è stato tanto tempo fa ed era uno spirito libero anche lei...