"Le anime più pure e più pensose sono quelle che amano i colori" (I. Ruskin)

domenica 30 settembre 2012

Storia di uno gnomo

Buongiorno a voi dallo Gnomo del rosmarino.
Oggi, dietro richiesta di Vele Ivy, vi parlerò un po' di me, anche se non è una storia che inizia nel migliore dei modi. Vedete, il fatto è che il bosco dove sono nato fu bruciato da un gruppo di umani che voi chiamate piromani, mentre noi in lingua gnomica li definiamo stroncobass, un termine che sarebbe poco carino tradurre in questa sede.
La mia famiglia e altri raggiunsero un'altra comunità di gnomi; ma io ero giovane, avevo solo settantacinque anni, e decisi che volevo fare le mie esperienze
Avrei voluto che un'aquila dalla piume d'oro venisse a prendermi, proprio com'era successo al mio eroe, lo gnomo Uebomulf (di cui vi ho parlato QUI). Ma invece trovai una gentile cornacchia e con lei imparai l'arte di cavalcar pennuti
Feci molti viaggi, di cui uno indimenticabile in Irlanda, dove conobbi la bella gnoma Shannabrill.
Un giorno, però, fui preso dalla nostalgia delle mie terre natie e tornai qui, dove un tempo c'era la campagna e invece ora c'è un complesso di palazzine. All'inizio ci rimasi male, decisi di dormire solo per una notte in una bella pianta di rosmarino su un balcone... mi affezionai subito alla pianta e ai gatti che ogni tanto uscivano sul balcone, e perfino gli umani che abitavano all'interno dell'appartamento non sembravano per niente stroncobass! 
Così costruii la mia casetta permanente, anche se non rinuncio a viaggiare a bordo delle cornacchie, quando mi va!


Ciao a tutti,


Lo gnomo del rosmarino

16 commenti:

Silvia ha detto...

E' uno po' la versione gnomesca del ragazzo della via Gluck!

^_^

Veronica Mondelli ha detto...

Anche noi uomini dovremmo migrare solo verso luoghi incontaminati e pieni di natura. È brutto veder costruire anche dove non si dovrebbe!

strillo ha detto...

c'è un piccolo paese di montagna, nell'alta Italia, che è molto conosciuto, ma pieno di angoli di bosco incontaminati: un viaggio da quelle parti potrebbe contribuire a farti sentire meglio, amico Gnomo

se desideri maggiori indicazioni puoi chiedere e una cornacchia arriverà col mio messaggio

giardigno65 ha detto...

gnomiamoci !

Luigi ha detto...

e dove avrà conosciuto quella simpaticona di Vele???

Mari da solcare ha detto...

Altro che stroncobass: gli abitanti dell'appartamento (bestioline e umani) sono davvero simpatici. Ciaociao: un abbraccio a Shannabrill!

DOC ha detto...

Caro Gnomo, mi spiace davvero per quanto ti è accaduto a causa di quei grandissimi stron... cobass. Dev'essere stata dura, alla tenera età di 75 anni. Ma di Vele ti puoi fidare, con la sua bella fantasia vola anche più in alto delle cornacchie. Saluti a entrambi.

P.S.: Al nome di Shannabrill, la mia Prinus ha messo il broncio :(

max ha detto...

Caro Gnomo purtroppo il mondo è pieno di stroncobass, non ti preoccupare Ivy ama il rosmarino la tua casa non è in pericolo...però il giovanotto che vive con lei ama il basilico....provvedi subito con interflora a fargli recapitare un vaso tutto per lui...non si sa mai...

Pupottina ha detto...

bella la storia dello gnomo del rosmarino!!!
hai fatto bene Vele a insistere per fargliela raccontare

❀~ Simo ♥~ ha detto...

Ciao gnomo! grazie per questo tocco di colori e profumi

Pippicalzelunghe ha detto...

Che triste storia caro gnomo,ma ciò è bene quel che finisce bene...sei stato davvero fortunato a trovare ospitalità da Vele e company,pensa se la cornacchia ti avesse fatto atterrare a casa mia???Baci

TuristadiMestiere ha detto...

e meno male, mica tutti gli umani possono essere stroncobass (cosa ho detto??? Tanto per non ripeterlo ad alta voce)!

Mr.Loto ha detto...

Simpatica la parola "stroncobass", rende bene l'idea e non è volgare; potrei utilizzarla nella vita di tutti i giorni. :-)

Un saluto

Veggie ha detto...

Ah, ci mancava un post da parte dello Gnomo del Rosmarino, era da un bel po' che non scriveva... e son davvero contenta che abbia fatto di nuovo capolino tra le pagine di questo blog!

Darjo ha detto...

Vorrei uno gnomo per amico...

Gnomo del rosmarino ha detto...

@Silvia: acuta osservazione, cara Silvia... in effetti ci sono dei paralleli in quella canzone, che tra l'altro mi piace molto.

@Veronica: la smania costruttiva della specie umana spaventa molto i membri del Piccolo Popolo.

@Strillo: mandami pure la tua amica cornacchia, caro amico. Come ricompensa le darò un po' di polvere fatata.

@Giardigno: ottima idea!

@Luigi: l'ho conosciuta al mio ritorno in patria... praticamente ora è la mia affittuaria.

@Mari: eh già, cara amica: meno male che non tutti gli esseri umani sono stroncobass.

@Doc: acci... dovevo ascoltare il consiglio di Vele, me l'aveva detto di non nominare Shannabrill. Eppure gliel'ho detto a Prinus che era acqua passata... ecco perché da un po' mi ha messo il broncio.

@Max: va bene, seguirò il tuo consiglio, ordinerò anche una piantina di basilico!

@Pupottina: grazie mille cara amica, sono contento che tu abbia apprezzato.

@Simo: grazie a te per il bel messaggio e benvenuta.

@Pippi: in quel caso avrei dovuto convivere con Carletta e non credo che sarebbe stata una passeggiata...

@Turista: ehm ehm... è meglio non ripeterlo ad alta voce davanti a degli gnomi.

@Mr Loto: certo amico Loto, l'importante è che non ci siano esponenti del Piccolo Popolo nelle vicinanze...

@Veggie: grazie, dolce Veggie.

@Darjo: se ti guardi bene intorno magari ne troverai uno anche tu.