"Le anime più pure e più pensose sono quelle che amano i colori" (I. Ruskin)

mercoledì 26 dicembre 2012

Petali di sangue - Emma K. Clarke

Cari amici, Colorare la vita prosegue le collaborazioni con autori esordienti!
Con molto piacere ho infatti ricevuto una copia del libro "Petali di sangue" da parte della sua autrice Emma K. Clarke.

Petali di sangue si inserisce nel filone urban fantasy, che seguo ormai da anni con interesse. 
E' ambientato negli USA dei giorni nostri e ha come protagonisti Giosy, un'umana con sangue di strega e il Carter, un vampiro centenario.

Carter riesce a percepire l'aura delle persone ed è fortemente attratto da quella di Giosy, che a seconda delle emozioni passa dal dorato al rosso in virtù delle sue potenzialità di strega. Se inizialmente il vampiro è attratto solo dalla possibilità di unirsi alla forza di Giosy, col tempo il sentimento verso di lei sembra diventare più sincero... peccato che la ragazza non voglia saperne, in quanto unioni del genere non sono ammesse dalla legge.
I due raccontano la loro storia in prima persona, alternando l'io narrante capitolo dopo capitolo, in modo che noi lettori possiamo avere chiaro cosa passa loro per la testa (cosa che ho apprezzato).

Detta così sembrerebbe la solita storia alla Twilight, con il bel vampiro innamorato della fragile umana, ma in realtà Giosy è una poliziotta trentenne che non ha problemi a maneggiare una pistola e non sopporta le "oche" (come le chiama lei) che bramano le unioni con i vampiri.

Secondo me la storia decolla da un certo punto punto in poi, cioè dal capitolo Tredicesimo, intitolato "Giosy e Vivienne". Il tutto prende una dimensione più profonda, affascinante e mi permetto di dire anche "europea", infatti è un capitolo che ci rimanda alla Francia del XVI secolo. Non voglio svelare troppo per non rovinare la sorpresa, ma vi assicuro che si tratta di pagine davvero belle! Inoltre rivelano molto del rapporto tra i due protagonisti.

Ora, ho avuto modo di lasciare un paio di commenti nella pagina Facebook dedicata al libro e l'autrice stessa stessa mi ha detto di aspettarsi una recensione sincera da parte mia, e voi lettori sapete come io ci tenga a questo aspetto! Anche perché penso che  gli autori esordienti siano aiutati dalle recensioni attente e costruttive, piuttosto che da pareri superficiali.
Detto questo, il mio consiglio a Emma K. Clarke è lavorare di più sul personaggio di Carter. Infatti l'unica nota stonata per me è stata nel nel modo di esprimersi e pensare del protagonista maschile, che ho trovato troppo zuccheroso, con frasi del tipo "tra i presenti non batteva il cuoricino della mia streghetta" per fare un esempio; e da un certo punto in poi è tutto un fiorire di "la mia piccola" "il mio piccolo sole" "il mio piccolo amore" "la mia piccola streghetta" ecc. Spesso è più efficace dimostrare l'amore di un personaggio tramite le sue azioni, piuttosto che con tutti questi appellativi che stonano un po' nella bocca di un vampiro centenario. A parte questo particolare, Carter comunque mi piace per la simpatica strafottenza che manifesta all'inizio e per la calma che riesce a mantenere di fronte alle sfuriate di Giosy.

Comunque gli altri personaggi sono gestiti molto bene e ho davvero apprezzato il fatto che tutti (tranne Selene che ha sangue di lupo, e forse proprio la sua animalità la rende meno sensibile a sentimenti umani) non siano completamente buoni o cattivi. Alla fine ogni tradimento è spinto dall'amore, i "buoni" stessi non sono esenti dal tradimento così come i "cattivi" non sono esenti dall'amore, e questo dà vita a colpi di scena molto ben orchestrati.

Voglio concludere questa recensione ringraziando l'autrice per avermi portato nel mondo di Petali di sangue, un libro davvero affascinante, le cui aspettative sono ripagate anche dal bel finale! Chi ama le storie d'amore, i misteri e la magia verrà ripagato dalla lettura. Inoltre Emma K. Clarke si è autoprodotta il suo romanzo su Amazon, quindi consiglio a tutti di sostenerla: l'edizione digitale costa solo 1,99 €!

L'edizione ebook è in vendita qui: Petali di sangue - edizione ebook
L'edizione cartacea QUI: Petali di sangue - edizione cartacea

Buona lettura!

10 commenti:

let ha detto...

Brava Ivy, sei sempre una lettrice attenta! Bella l'idea di collaborare con gli esordienti: sei sempre avanti. A presto

Pippicalzelunghe ha detto...

Ciaooo!!!Sperstar!!!AUGURONI Angelo caduto dal cielo...a momenti mi centravi in pieno...ma ci è andata bene...auguroni e felicità eterna.

Complimentoni per il commento...proprio proprio vorrei un vampirello che mi sussurri sdolcinerie però senza sangue...non come quei due ostrogoti di Paolone e Morgan che in continuazione mi fanno dispetti!!!

Pupottina ha detto...

mi piacciono gli urban fantasy.
lo metto subito nella mia wish list

Silvia ha detto...

Sembra davvero interessante!

;-)

Veggie ha detto...

Anche solo dall'immagine di copertina, è un libro che attira!...
E poi è nello che sia di un'autrice esordiente, perchè non c'è niente di più fresco e spumeggiante della novità!...

P.S.= Ne approfitto per farti tanti auguro di buon 2013!...

Vele Ivy ha detto...

@Let: grazie! in effetti sono molto contenta che "Colorare la vita" sia diventato anche un luogo di ritrovo per esordienti ;-)

@Pippi: allora leggi questo libro... perché ti innamorerai del personaggio di Carter!

@Pupi: secondo me incontra i tuoi gusti!

@Silvia: lo è! ;-)

@Veggie: hai ragione, scoprire autori nuovi è sempre un'esperienza spumeggiante!
E buon 2013 carissima!

DOC ha detto...

Prendo le difese del «vampiro centenario»: anch'io, spesso, mi considero un «vecchio gufo», e altrettanto spesso mi ritrovo poi «dolce zuccherino» :-) Dipende anche da quanto l'amata ti fa sciogliere a miele...

Chissà se avrò un'altra occasione prima del 2013? Per sicurezza ti invio auguroni preventivi di un Felice Anno Nuovo super-colorato. Ciao.

Vele Ivy ha detto...

Quindi anche tu sei un po' vampiretto zuccheroso? Eeheheh, grazie per questa "confessione"!! :-)
PS: buon nuovo anno super colorato anche a te!!

Pupottina ha detto...

ti auguro un 2013 ricco, magico e soprattutto felice

Vele Ivy ha detto...

Altrettanto, Pupi!