"Le anime più pure e più pensose sono quelle che amano i colori" (I. Ruskin)

lunedì 18 marzo 2013

La stella di luna. Ep. 7: Alla volta di Jarlath

Episodi precedenti:
1. Il mistero della stella - 2. In partenza per l'Irlanda - 3. Gente di Dublino - 4. Il cerchio delle fate - 5. La festa di mezz'estate - 6. Il segreto di Domhnall


Episodio 7: Alla volta di Jarlath

Mr Domhnall O’Brien.

Non potevo ancora crederci… il misterioso Domhnall McCarthy nascondeva un mistero incredibile: il suo vero cognome era quello di Niamh, la musa irlandese di cui avevo scoperto la storia l’anno prima!
Cercai di respirare ad un ritmo meno accelerato e razionalizzare. Dopo tutto, O’Brien era un cognome piuttosto diffuso in quello Stato, no…?
No? Certo che sì. Eppure, ero sicura lo stesso che non si trattasse di una coincidenza. L’atteggiamento di Domhnall mi era sembrato ambiguo, quasi inquietante, fin da subito; e inoltre, che ragione c’era di tenere nascosto il suo vero cognome? C’era qualcosa sotto, qualcosa di importante, lo sentivo! E io dovevo scoprire cosa, per rispetto nei confronti di Niamh. Sentivo un filo rosso che legava il mio destino a quello della sfortunata fanciulla vissuta tanti anni prima, sentivo che dovevo renderle giustizia fino in fondo.


Mi annotai l’indirizzo della famiglia O’Brien, che era nella lettera, poi la rimisi a posto. Dopodiché chiusi l’appartamento, arrivai in biblioteca qualche minuto prima che finisse il turno di Domhnall, e rinfilai la chiave nella sua giacca. E poi via, a prendere il primo battello per l’isola di Jarlath: l’isola di cui era originario il ragazzo. Per fortuna non dovetti aspettare molto. Ci misi un’ora e mezza per arrivare all’isola, e per tutto il tempo quel cognome non fece che martellarmi in testa, facendomi quasi impazzire. Sbarcai con un’espressione da folle, penso, almeno da giudicare dalla faccia del signore a cui chiesi tutta agitata se sapeva dove abitasse la famiglia O’Brien.

“Certo che sì, quest’isola è abitata da poche famiglie ormai, e ci conosciamo tutti! Ma è successo qualcosa di grave? Non se lo meritano proprio, visto la disgrazia che hanno già vissuto…”

Io gli assicurai di no, lo ringraziai e seguii le sue indicazioni. Nella mia mente, accanto al cognome che mi ripetevo ossessivamente, echeggiava la parola “disgrazia”. Sembrava che quel cognome fosse legato a qualcosa di negativo, come una maledizione, come il destino della povera Niamh! In mezzo a questo turbine di pensieri, il mio cervello registrò distrattamente che mi stavo avventurando lungo un piccolissimo villaggio circondato da pendii verdi che cadevano a strapiombo nel mare blu scuro. Tutti gli edifici erano in pietra, non c’erano cartelloni pubblicitari, segnaletica o qualsiasi altro segno della civiltà moderna. I viottoli erano stretti e ad un certo punto il paesino diventava inaccessibile per le macchine. Dopo circa un chilometro di cammino mi trovai davanti alla casa indicatami dal signore che avevo incontrato al momento dello sbarco, e il campanello mi confermò che mi trovavo presso la famiglia giusta.


Suonai, col dito tremante. Non so cosa mi aspettassi di trovare, ma di certo quello che vidi fu uno degli shock più grandi della mia vita.
Davanti ai miei occhi, era venuta ad aprirmi… Niamh O’Brien!
Davvero, non scherzo. Era una ragazza identica alla fanciulla ritratta dal pittore preraffaellita Thomas Crawley. Stessi tratti del viso delicati, stessi lunghi capelli rossi e accesi come il tramonto, stessa carnagione lattea, stessi occhi verdi. Solo che non aveva la coroncina, e nemmeno il romantico vestito azzurro, ma era vestita come una ragazza dei nostri giorni: jeans e camicetta. Ma la sua bellezza fragile, e tuttavia luminosa, era la medesima del ritratto. Mi sorrideva cortesemente, senza dire niente, e con un’espressione di attesa.
Foto di Ailera Stone
Io ero senza parole, le lacrime agli occhi… le orecchie mi rombavano, e all’improvviso dei piccoli quadratini neri mi offuscarono la vista. Ebbi un giramento di testa che mi fece barcollare, così la fanciulla mi prese delicatamente sottobraccio e mi portò dentro casa, dove mi fece adagiare sul divano della sala da pranzo. 

Racconto a puntate ideato e scritto da Silvia Vele Ivy

Nota delle autrici: i commenti più belli verranno pubblicati nell'ebook che creeremo per raccogliere tutta la storia!

21 commenti:

Alfa ha detto...

Davvero un'abile scassinatrice... Ci sono Compagnie che pagherebbero per avere con loro una ladra con questi poteri.
Un po' meno efficace nell'affrontare gli imprevisti, almeno apparentemente, perché sospetto che sia un altro dei diabolici trucchi di questa ragazza che nessuna porta sembra riuscire a tenere fuori.

Geillis ha detto...

la storia si fa sempre più intrigante!!! una pronipote? una reincarnazione? oppure proprio lei?

Veronica Mondelli ha detto...

Care ragazze, ho appena letto il miglior episodio della storia! Incalzante, misterioso, ti tiene col fiato sospeso! Bavissime :)).
Si vede che la vostra storia è un crescendo di fatti ed emozioni. Avrò letto questo episodio in trenta secondi, sul serio!

La foto della casa... Be'... Quella casa è un sogno!

Grace Malvin ha detto...

Wow! Per me è il fantasma di Niamh che vaga sulla terra perchè dopo aver detto addio al suo amore... e ora abitava quella casa con il corpo "materializzato"!
È quindi questa la "misteriosa ragazza dai capelli rossi"? Finalmente si comincia a parlare di Niamh...!

max ha detto...

Colpo di scena!brave adesso siamo veramente sulle spine...che succederà??????

Pippicalzelunghe ha detto...

Bene bene mi piacciono queste storie misteriose!!! Chi sarà la bella Niamh, questo è l'arcano??? Sono curiosa come Teo il mio cane... non fatemi stare in un rovo di spine ragazze!!!

Silvia ha detto...

Grazie a tutti per l'entusiasmo! Chi è la ragazza dai capelli rossi identica a Niamh e che legame avrà mai con lei?? E' questo il bello!!! Continuate a leggere e saprete ogni cosa...

;-)

Gabe ha detto...

molto intrigante,mi sono persa due capitoli,li vado a leggere perchè ho perso il filo
buonanotte Vele Ivy

Vele Ivy Di Colorare ha detto...

@Alfa: Ginevra è un mix di ingenuità e sfrontatezza.
Comunque se ci pensi bene la sua reazione è comprensibile: si è trovata davanti in carne e ossa una fanciulla morta più di un secolo prima!

@Geillis: chissà! Magari più di un'ipotesi può essere giusta...
;-)

@Vero: sono contenta di sapere che la storia ti stia prendendo così tanto, è una bella soddisfazione! Grazie!

@Grace: sì, vedrai che tutto piano piano si ricollegherà alla storia di partenza, quella di Niamh! In che modo? Le ipotesi che avete fatto sono diverse, continuate a seguirci e lo scoprirete!

@Max: suspense!! Lunedì prossimo ne saperete di più...

@Pippi: se ti piacciono le storie misteriose sei capitata nel racconto giusto!

@Silvia: eh già, nelle prossime puntate sarà svelato tutto!
:-D

@Gabe: allora buona lettura!

Veggie ha detto...

E questa ragazza, chi è veramente??... Non vedo l'ora di leggere il seguito, questo capitolo lascia più che mai con il fiato sospeso...

Vele Ivy Di Colorare ha detto...

...chi lo sa?!
Lunedì ne saprete di più!!
;-)

Luigi ha detto...

è avvincente come una sceneggiatura cinematografica Vele: mi offro per acquistarne i diritti!!!
Buona serata

Vele Ivy Di Colorare ha detto...

Grazie Luigi... è bello avere lettori entusiasti come te, eheheh!
Buona serata!!

DOC ha detto...

Se l'intento era quello di spiazzare, ci state riuscendo benissimo!!! Quasi svengo anch'io ;-) Letto in ritardo, ma almeno avrò meno da aspettare per il prossimo. Questo episodio "prende" particolarmente, la corda è ben tesa per il finale... Grazie e complimenti ancora una volta!

Vele Ivy Di Colorare ha detto...

Sì, era proprio questo l'intento... spiazzarvi! Ahahahah!
Sono contenta che ci siamo riuscite! E comunque ci sono tanti altri colpi di scena che vi attendono, nelle prossime puntate!

Arwen ha detto...

Purtroppo non riesco a trovare il tempo per leggere on-line questa storia che mi pare davvero carina!
Buona Settimana e Migliore Pasqua in arrivo
Ciaooo Vele e Gnomo del Rosmarino Buona giornata a voi - un saluto elfico

Vele Ivy Di Colorare ha detto...

Ciao Arwen, spero che riuscirai a ritagliarti un po' di tempo per leggerti con calma tutte le puntate!
Buona serata :-)

Mari da solcare ha detto...

Ragazze: complimenti! Scritto benissimo, ti prende e sorprende piacevolmente!

Vele Ivy Di Colorare ha detto...

Sono contenta che siamo riuscite a sorprendervi!!
:-D

Pupottina ha detto...

mi sono un po' persa. devo approfittare delle vacanze per recuperare


Buona Pasqua

Vele Ivy Di Colorare ha detto...

Brava! Recupera, che qui ne sono successe di cose!!
:-D
Buone feste!