"Le anime più pure e più pensose sono quelle che amano i colori" (I. Ruskin)

domenica 19 gennaio 2014

Intervista all'autrice Annarita Pizzo

Vi ricordate Annarita Pizzo?
E' l'autrice del libro fantasy dal sapore potteriano Enelsin Artigton e la Petra Regia.
Se volete saperne di più, cliccate QUI.
Ora è in uscita il secondo volume della saga: Petra Regia e la ricerca di Aran.


Sopra potete vedere la copertina. Che dire? E' DECISAMENTE più bella della cover del primo volume! Annarita ha cambiato casa editrice e da questo primo impatto la scelta mi sembra già azzeccata.

Ma per conoscere meglio Petra Regia e la ricerca di Aran ecco un'intervista direttamente all'autrice!

1)     Ciao Annarita, benvenuta su Colorare la vita.
Per rompere il ghiaccio vorrei subito entrare nel tuo nuovo libro: Petra Regia e la ricerca di Aran. Potresti darci qualche anticipazione sulla trama e sui personaggi che troveremo e ritroveremo nel corso del romanzo?

R: In questo secondo volume il Custode Adrian, insieme ai suoi più cari amici Malcom Sky, Alan Freius e l’Investigatore Edmond Psorius, saranno alla ricerca della Lumerpa, catturata dal Perfidus che, a differenza di come potrebbe sembrare alla fine del primo volume, riuscirà a ritrovare la sua magia malvagia e a metterli in grande difficoltà sino a quando…
Inoltre ci saranno diversi colpi di scena, rincontreremo antichi personaggi, come quelli citati poco prima e altri nuovi quali, ad esempio, Serifax e Nascarius pronti a farci compagnia in questa nuova fantastica avventura!

2)     Ritroveremo anche i personaggi femminili, come Giada e Virginia? E ce ne saranno di nuovi?

R: Si, avremo il piacere di seguire nuovamente Giada Wilder e la piccola Virginia, sua figlia, nonché Madame Ventimille, Miss Clotilde Utique e non solo. Comparirà, ad esempio, la figura di Angelina Psorius, moglie del noto Investigatore Edmond. Ci saranno, inoltre, nuovi protagonisti che lascio a voi il piacere di conoscere in prima persona.

3)     Parlando di personaggi: nel primo libro, Enelsin Artigton e la Petra Regia, avevo notato quanto fossero numerosi e ben delineati, ognuno con le proprie caratteristiche distintive. Quanti di loro prendono spunto dal mondo reale?

R: Praticamente tutti. Spesso, quando scrivo, mi ispiro proprio alle persone che conosco e con cui vengo a contatto. In alcuni di loro ci sono anche molti aspetti di me ed esprimono la mia grande passione per la psicologia e la caratterizzazione.

4)     Ho visto che per questa nuova uscita hai cambiato editore. A cosa è dovuta la tua scelta? E in generale, in quanto autrice esordiente, com'è stata la tua esperienza nella realtà editoriale italiana?

R: In effetti sì. Ho cambiato perché cercavo una casa editrice che rispondesse meglio alle mie esigenze e sono contenta di averla trovata nella eDM (EGO di DAVID and MATTHAUS edizioni). Secondo la mia esperienza per un autore esordiente è difficile potersi esprimere in questo tipo di realtà in cui si ricevono spesso molti no o, peggio ancora, silenzi e, in cui, è problematico trovare qualcuno che voglia investire su uno scrittore sconosciuto.

5)     Cosa ti ha insegnato la tua prima esperienza come scrittrice? C’è qualche novità o qualche “messa a punto” stilistica che possiamo trovare in Petra Regia e la ricerca di Aran, rispetto al primo libro?

R: Di certo sono cresciuta e ne sono contenta. Ho apportato alcune limature come l’aver ridotto la parte descrittiva che, nel primo romanzo, era più presente anche se per una questione di necessità. Infatti, dato che si trattava di dover creare dal nulla un mondo fantastico, ho pensato che, per essere credibile, doveva essere ben rappresentato anche se, forse, in alcuni punti poteva risultare un po’ eccessiva. Scrivere il secondo volume, da questo punto di vista, è stato più semplice perché “la base” esisteva già.

6)     Quali altre novità ci aspettano? Pensi che ci sarà un terzo libro sulla saga della famiglia Artigton?

R: In effetti sì perché, almeno nella mia mente, questa saga dovrebbe essere costituita da quattro libri. Infatti sto scrivendo il terzo che, spero tanto, venga pubblicato.

Grazie mille per aver dedicato il tuo tempo a Colorare la vita!

Grazie a te per avermi dedicato un po’ di spazio sul tuo simpatico blog.

7 commenti:

Petra Regia ha detto...

Grazie Vele Ivy per avermi ospitata nel tuo blog!
Sono contenta che la cover ti sia piaciuta.
Spero a presto,
Annarita

Pupottina ha detto...

Bella intervista con domande interessanti!!!

Pippicalzelunghe ha detto...

Brave tutte e due!!!
Un grande in bocca al lupo a Petra Regina!!!
Cara Vele grazie per promuovere queste giovani raccontiste!!!

Veggie ha detto...

Bello ed interessante poter leggere questo scambio... è una sorta di "dietro le quinte del libro", che fa apprezzare la lettura ancora di più...!

Vele Ivy Di Colorare ha detto...

@Petra: sono contenta anch'io, perché il tuo romanzo si meritava una bella cover!

@Pupi: grazie!

@Pippi: è bello anche per me scoprire questi nuovi autori!

@Veggie: eh sì, era proprio quella l'intenzione!!
:-)

Arwen Elfa ha detto...

Bella intervista Vele - sono moolto curiosa per il seguito di Enelstin Artington e la Petra Regia ....
Anche io ho recensito il primo libro ..... e sono sicuramente d'accordissimo con te - questo libro ha un'impatto differente ed una copertina sicuramente migliore del primo ......
Sono contenta per l'autrice - perchè purtroppo spesso l'apparenza è uno stimolo all'acquisto.

Bacioni e Buon settimana

Vele Ivy Di Colorare ha detto...

Arwen, sono perfettamente d'accordo con te! Una casa editrice che vuole lanciare un esordiente deve mettere almeno un po' di cura nel creare la copertina, che diamine! E' la prima cosa che colpisce il possibile acquirente...