"Le anime più pure e più pensose sono quelle che amano i colori" (I. Ruskin)

sabato 13 dicembre 2014

"Ivana" in Giapponese


Come vi ho spiegato la scorsa volta parlandovi della scelta dei nomi nel Sol Levante, nella lingua giapponese la stessa sillaba può essere scritta con caratteri (kanji) diversi, a seconda del significato.

Io ho chiesto alla mia corrispondente Keyko come si potesse scrivere il mio nome e lei mi ha indicato una lista di kanji, invitandomi poi a scegliere quello che rispecchiasse di più il desiderio dei miei genitori quando sono nata... perché è così che si scelgono i nomi in Giappone!

Ecco la lista:

I = 伊(si significa l'italiano)
   衣(vestito)
   依(Conto su)
   唯(solo)

Va = 羽(Piuma)
       葉(Foglie)

Na = 夏(estate)
       名(nome)
       菜(Verdi)
       那(Sciolto)
       南(sud)
       波(Saluto)

Vana = 花(Fiore)
           華(Fiore)

Io non so bene quale fosse il desiderio dei miei genitori; sono nata dopo una lunga attesa, quindi penso che il loro unico desiderio fosse quello di avere finalmente una bambina o un bambino.
Però sono figlia unica (唯: Solo) e mi ricordo che da piccola mio papà mi chiamava Fiore oppure Fiorellino (華: Fiore).

Quindi verrebbe:

唯華

Carino, vero? :-)

10 commenti:

Luigi ha detto...

mi sembra molto poetico Vele!!!
Buona domencia

mari da solcare ha detto...

Ogni lingua traccia un universo diverso: quanto è strana e suggestiva insieme la lingua giapponese.
Ciao, Ivana: fiore solitario e speciale!
Buona serata e buona settimana.

Arwen Elfa ha detto...

Solo Fiore o Fiore solo davvero carino, poetico e molto romantico anche ;-)
Chiederò alla mia amica giapponese la stessa cosa ;-) mi hai incuriosito

DOC ha detto...

Davvero grazioso, il nome giapponese, quanto e più di quello italiano. Ho sempre pensato come sia buffo che i caratteri cinesi e giapponesi ricordino le facciate delle loro case tradizionali: chissà se c'è un nesso. Ciao, buona settimana!

P.S.: Ivana è anche il nome di mia mamma, sicchè questo post mi giunge doppiamente gradito :)

Camilla P ha detto...

Come hanno già scritto altri, è una pratica molto poetica! Hai scelto dei bei caratteri, e vedere quanto possa differire un kanji dall'altro mi ha incuriosita molto :)

Veronica ha detto...

Trovo poetico e speciale il fatto che i genitori vogliano esprimere un desiderio attraverso il nome del loro figlio. Io spesso mi perdo nell'etimologia greca dei nomi propri, ma la storia del desiderio va molto al di là dell'etimologia. Ora comincio anche a capire perché spesso guardando un anime o un film giapponese sento i personaggi chiedersi con quali caratteri sono scritti i loro nomi.
Fiore solitario... molto molto bello! :)

Pippicalzelunghe ha detto...

Caro fiore prezioso, del Giappone proprio ne so poco ma, Adorissimo il regista Akira Kurosawa !!!
I suoi film sono dei capolavori, l'ultimo film i sogni è un dono !!!
Quando parli del Giappone a me piace pensarti in quel film, in uno dei suoi episodi...quello su Van Gogh.
Baci e baciotti anche al tuo fioreprezioso
Irene

Veggie ha detto...

Non è semplicemente "carino", è veramente molto bello!...
Tra l'altro, stavo maturando l'idea di tatuarmi una parola in giapponese... però leggendo questo post mi è venuto il dubbio che, forse, a seconda di come verrebbe scritta, avrebbe significati differenti...

Arwen Elfa ha detto...

Ciao Ivana, un saluto un bacione ed un abbraccio.
Buone Feste Natalizie. Felice e Sereno Natale a te ed ai tuoi

http://ilrifugiodeglielfi.blogspot.it/2014/12/auguri-di-buon-natale-tutti.html

Vele Ivy Di Colorare ha detto...

Sono contenta vi sia piaciuto il mio nome in giapponese :-)