"Le anime più pure e più pensose sono quelle che amano i colori" (I. Ruskin)

venerdì 2 gennaio 2015

Per chi ama l'urban fantasy: Diari dal sottosuolo

Oggi vi presento un'antologia per chi ama l'urban fantasy: Diari dal sottosuolo.

Se vi siete stancati di leggere solo storie di vampiri innamorati, licantropi e pene adolescenziali, questo libro fa per voi! Troverete tutte le sfumature dell'urban fantasy, un genere che può essere molto più versatile di quanto si possa pensare.

La raccolta nasce come best off dei migliori racconti che hanno partecipato al concorso Chrysalide (indetto da Mondadori nel 2013) per la sezione curata dallo staff di Diario di Pensieri Persi.

Per inciso, la raccolta Chrysalide è molto bella, io l'ho letta e l'ho trovata davvero ben fatta. Potete scaricarla gratis da Amazon.

Ma torniamo a Diari dal sottosuolo. Vorrei far parlare le storie stesse, così ho preparato per voi un riassuntino di tutti i racconti dell'antologia:

  • La mamma fantasma è forse il più realistico, anche se sembra strano parlare di realismo in una storia che ha per protagonista un fantasma. Eppure è così: se fossi un fantasma, penso proprio che proverei le stesse emozioni di Samantha, la protagonista. Emozioni struggenti e delicate.
  • Gercai e le catene della libertà: ci trasferiamo in uno scenario urbano, "con arabeschi di aria putrida, contaminata", per dirla con l'autore. Come in un piccolo giallo, inseguiamo insieme al protagonista gli indizi che lo portano a recuperare la memoria perduta: chi è veramente Paolo Rei, soprannominato "Leco"? Un finale a sorpresa ce lo rivelerà.
  • Pandora: è il racconto vincitore della categoria, pubblicato nell'antologia edita da Mondadori. Il protagonista Fabrizio dedica ogni momento della sua vita a salvare il mondo, tutti i giorni, senza che lo sappia nessuno. Ma la vivace Sara vuole conoscere il segreto dell'amico e non avrà pace finché non scoprirà cosa si cela dietro i suoi misteri...
  • Sirene: Tommy, a seguito di uno strano incontro, si ritrova in un inquietante locale pieno di personaggi bizzarri (come scenario a me ha ricordato un po' le atmosfere di David Linch). Qui scoprirà che le sirene esistono davvero: esseri sanguinosi che esaudiscono i desideri dei mortali a carissimo prezzo.
  • Sogni perduti e birra scura: un improbabile anti-eroe che odia i libri si ritrova a lavorare in una biblioteca. Un ragazzino soprannominato "L'appallottolato" e un bizzarro cavaliere che sembra uscito da un romanzo "Cappa e spada" metteranno a dura prova i suoi nervi...
  • Parcheggio riservato: la giovane Angela non si rassegna al pensiero della perdita del nonno. Aveva novantacinque anni, sì, ma meritava davvero di morire per un ritardo dei soccorsi, a causa di un macchinone parcheggiato nel posto per gli invalidi? La risposta arriverà grazie alla nonna, che forse cela qualche segreto dietro alla sua aria di donnina anziana e innocua.
  • Artù: il ricordo delle estati di Daniela, trascorse nel bosco insieme a un piccolo amico molto speciale. Il tempo passa, ma chi ama sognare di certo non può mai dimenticare le irripetibili emozioni che regala un'infanzia piena di magia.
  • La notte del destino: Lara si trova davanti a un bivio: arrendersi al proprio destino o cercare di cambiarlo, mettendo a repentaglio l'equilibrio del mondo? La misteriosa Hespèria le proporrà di mutare il proprio fato.
  • Nati nel buio: il popolo di Feeria è antichissimo o creato in laboratorio, sulla base di antichi miti? Forse non ha importanza, quello che conta ora è salvarlo dai malvagi Neri, nemici senza scrupoli che vogliono eliminarlo del tutto.
  • Dancing with Roger: l'immortale Roger è stato il fedele servitore della Regina Elisabetta I, e ora serve senza tentennamenti il Principe, dittatore sanguinario. Ma un vampiro tanto affascinante quanto pericoloso farà vacillare le sie convinzioni...

Penso che uno dei miei racconti preferiti sia Sirene... e chi segue questo blog può immaginare il perché! Leggendolo ho ritrovato le atmosfere delle antiche leggende che amo tanto, l'amalgama di attrazione e morte che contraddistingue da sempre il mito delle sirene.
Inoltre penso sia struggente Artù, con la sua rievocazione delle magiche emozioni che si provano durante l'infanzia.
Mi ha colpito anche Sogni perduti e birra scura, questa volta per la verve comica e originale.
Quello che mi è piaciuto un po' di meno, invece, è Dancing with Roger, perché ho trovato la trama un po' confusionaria. Però è una questione di gusti personali.

In verità ogni racconto mi è piaciuto a modo suo e mi ha fatto riflettere sulle tante possibilità di creare scenari fantasy.

Consiglio quindi caldamente questa raccolta e vi ricordo che i proventi dell'edizione cartacea saranno devoluti a Emergency.

Link utili:

Edizione ebook di Diari dal sottosuolo
Edizione cartacea di Diari dal sottosuolo
Booktrailer

8 commenti:

RobbyRoby ha detto...

interessante

Veggie ha detto...

Ciao Vele Ivy!
Innanzitutto volevo contraccambiare gli auguri di buon anno nuovo: spero che questo 2015 possa portare tanta serenità sia a te che alla tua piccola!...

Secondariamente, grazie per il nuovo spunto di lettura: per quello che ho letto di fantasy, con l'unica eccezione rappresentata dalla saga di Harry Potter, credo che questo genere si esprima meglio dei racconti brevi che non ne romanzi, quindi... grazie per il consiglio sul libro!

Alfa ha detto...

Grazie, consiglio molto interessante!

mari da solcare ha detto...

Ciao, Vele! Grazie per l'intrigante recensione. Mi sa che dovrò mettere la raccolta nel carrello degli acquisti per il mio ex cucciolo.
Ancora Buon 2015!

Arwen Elfa ha detto...

Ciao Carissima Vale - grazie per il consiglio
sembra un libro interessante
Peccato che io personalmente odi il formato Kindle posso leggerlo solo sul pc (da quello che so ...... e questa cosa è davvero noiosa he he he)
Buona settimana appena iniziata
Un bacione ed ancora Ottimo 2015

DOC ha detto...

Ingabbiare un genere come il fantasy è praticamente impossibile: meglio lasciare che prolifichi nella sua... biodiversità. Segnato anche questo, che pare davvero intrigante. Grazie.

Vele Ivy Di Colorare ha detto...

@Robby: :-)

@Veggie: io non ho preferenze, mi piacciono sia i racconti che i romanzi fantasy... però sono una grande amante di questo genere letterario, quindi non faccio testo!

@Alfa: prego! ;-)

@Mari: bene! Mi raccomando, fammi sapere che ne pensa l'ex cucciolo degli ultimi consigli libreschi...

@Arwen: però è disponibile anche il cartaceo, e come ho scritto i proventi andranno a Emergency!

@Doc: bravo!! Mi piace il termine che hai scelto: biodiversità. Hai sempre delle trovate simpaticissime e originali nei tuoi interventi!
^___^

Titti ha detto...

Sembra interessante e auguri ancora del buon 2015!