"Le anime più pure e più pensose sono quelle che amano i colori" (I. Ruskin)

sabato 10 gennaio 2015

Yuzuru Hanyu, un samurai sul ghiaccio

Ero indecisa se intitolare questo post su Yuzuru Hanyu "Un kamikaze sul ghiaccio" piuttosto che "Un samurai sul ghiaccio". Alla fine ha prevalso la seconda scelta, poiché mi sembra più poetica. Ma questo ragazzo, così apparentemente delicato, negli ultimi tempi ha dimostrato un carattere da vero kamikaze e più avanti scoprirete il perché!

Ma chi è Yuzuru Hanyu?

Il suo nome è noto agli appassionati di pattinaggio sul ghiaccio, infatti ha vinto le ultime Olimpiadi a soli 18 anni. Il suo programma corto ha fatto il record assoluto di punteggio mai raggiunto, infatti quando ha letto il risultato faceva fatica a crederci anche lui...

Alto e slanciato, bel visetto e pettinatura con frangetta tipica da manga: così si presenta Yuzuru Hanyu sul ghiaccio. Le sue caratteristiche sono la leggerezza e l'eleganza, nonché la passione con la quale pattina; passione che lo fa diventare una cosa unica con la melodia interpretata. Il cronista di Rai Sport (nonchè ex pattinatore) Pedrazzini dice che tutti i pattinatori sono atleti, ma pochi si possono definire "Artisti" e Yuzuru Hanyu si può definire proprio un Artista. Io sono d'accordo con lui!

Sono appassionata di pattinaggio sul ghiaccio fin da piccola, grazie ai miei genitori che me lo facevano vedere sull'allora Tele Monte Carlo. In più amo il Giappone, quindi questo pattinatore l'ho sempre seguito con interesse. Una delle ultime sue imprese, però, mi ha fatto diventare definitivamente una sua fan... è stata una cosa da non credere, quasi un episodio da manga!
Yuzuru versione manga.
Fonte KotNarKot

Bene, dovete sapere che Yuzuru Hanyu, durante i riscaldamenti per la Cup of China 2014, ha avuto uno scontro accidentale ma violentissimo col cinese Han Yan, che l'ha lasciato steso sul ghiaccio, sanguinante e con un trauma cranico.

Ora io dico: Yuzuru, hai vinto le Olimpiadi e stai gareggiando in una competizione minore, non hai niente da dimostrare, ti sei fatto male... quindi ovviamente ti ritirerai dalla gara, no?
NO!!
Yuzuru, da vero kamikaze samurai sul ghiaccio, ha deciso di gareggiare tutto acciaccato, col mento ferito e la testa bendata!

E' caduto 4 volte e si è dovuto far portare a spalle dall'allenatore per uscire dalla pista. Il pubblico è andato in delirio e l'ha sommerso di Winnie The Poo, il suo pupazzo portafortuna.
Non ci crederete, ma ha pattinato così bene che nonostante le cadute si è classificato secondo! Quando ha letto il risultato è scoppiato a piangere.

Io ero davanti al televisore a bocca aperta. Paolino ha commentato: "Ma dai, è una scena troppo surreale! Sembra l'episodio di un manga!"
Ed è vero! A volte la vita reale supera le opere di fantasia.

Yuzuru, col senso dell'onore tipico del suo paese, ha dichiarato che essendo il campione olimpico si sente di dover meritare quella medaglia, dimostrando in ogni occasione di esserne degno, per questo ha deciso di gareggiare lo stesso. Che dire... tanta ammirazione per questo giovanissimo campione, speriamo che si riprenda al meglio dall'incidente!!

12 commenti:

Maura ha detto...

Che bello, sembra una favola anzi, un cartone animato!
Ammirevole la sua tenacia e soprattutto il rispetto per i traguardi raggiunti che con umiltà vuole continuare ad onorare.
Quando ero piccola anch'io adoravo guardare i "pattinatori del ghiaccio" ed è di quel periodo la lettura di un libro di cui ho ancora nostalgia: "Pattini d'argento" di Mary Mapes Dodge.
Sono quelle letture che ti porti dentro e ricordarle fa bene all'anima...vado a trovare un video del piccolo samurai, buona serata e un bacino alla piccola;-)

Veronica ha detto...

Adoro anche io il pattinaggio sul ghiaccio *_*. Conosco Yuzuru Hanyu ma non sapevo dell'incidente e di tutto il fantasmagorico seguito! Che storia, che meraviglia, che esempio!!

Alfa ha detto...

I Giapponesi sono particolari, non c'è niente da fare. Hanno una scala di valori diversi dai nostri.

"chapeau!" al giovane samurai!

Geillis ha detto...

C'è stato un periodo in cui seguivo appassionatamente il pattinaggio sul ghiaccio e, all'epoca, i russi erano imbattibili! Non ho ancora visto questo ragazzo all'opera, grazie per la segnalazione, cercherò i video per ammirarlo

let ha detto...

..in effetti sembra proprio un manga!!! Ciao Ivy buon anno a te e alla tua piccola!

Arwen Elfa ha detto...

Completamente d'accordo con te Vele, come saprai anche io seguo da tanti anni il pattinaggio sul ghiaccio che adoro.
Yuzuru è davvero un Grande Atleta e un'artista - ma soprattutto ha una forza di volontà fortissima come ha dimostrato a tutti in questa Cup of China. La prima volta che lo ho visto pattinare, oramai diversi anni fa mi ha subito attratto per la sua bravura e per la sua passione ed il suo essere davvero leggero ed elegante. Lo ho visto crescere fino ad oggi ed è uno dei miei pattinatori preferiti :-)
Non vedo l'ora di vedere gli Europei ed i Mondiali di pattinaggio di quest'anno :-)
Bravissimo Yuzuru ed il suo Winnie The Poo !
Buon lunedì e migliore settimana appena iniziata.

Arwen Elfa ha detto...

P.S. Mi ricordo benissimo del Pattinaggio su Tele Montecarlo - lo vedevo anche io: Begli anni !

Anna Bernasconi ha detto...

Che peccato, mi son persa la discesa da samurai, cerco di seguire il pattinaggio ma sono spesso distratta...

Sai, io ho esperienza personale: ben UN anno di corso di pattinaggio, a 13 anni! Avevo ADDURUTTURA imparato a fare (più o meno) un paio di salti, SEMPLICI ovviamente! :-D

DOC ha detto...

In effetti, questa figura sembra incarnare proprio lo spirito orientale, un equilibrio di lievità e determinazione degno dei veri samurai! Se continua così ne vedremo delle belle, da questa giovane promessa. Ciao Vele, post gradevolissimo.

Phoebes ha detto...

Che storia interessante! Poverino, speriamo davvero si rimetta presto!
Adesso ovviamente vado a cercarmi su YouTube qualche video delle sue esibizioni, perché mi hai incuriosito troppo!

Veggie ha detto...

“Conosco” questo atleta perché fin da bambina ho sempre nutrito un autentico amore per le Olimpiadi… ed è proprio lì, in TV, che ho visto questo atleta per la prima volta. Concordo con la definizione di “artista”, perché quando lo vedi ti accorgi che è tutt’uno con la musica… non pattina, interpreta. Ammirazione nei suoi confronti è dir poco… e, sì, trovo anch’io la definizione “samurai” quella più adatta a definire questo pattinatore… Perché un kamikaze è disposto a morire… mentre questo pattinatore anche nel momento di maggiore difficoltà ha saputo tirare fuori tutta la sua vita.
Un abbraccio…

Vele Ivy Di Colorare ha detto...

Che piacere leggere i vostri commenti! Quanti appassionati di pattinaggio!
E sono contenta di aver invogliato alcuni di voi a guardare le imprese di Yuzuru... :-)