"Le anime più pure e più pensose sono quelle che amano i colori" (I. Ruskin)

martedì 29 marzo 2011

Zanna Bianca, Jack London - la scoperta del mondo

Zanna Bianca è stato scritto dopo Il Richiamo della foresta; è un libro più studiato e strutturato e per questo mi è sembrato di non ritrovare la stessa immediatezza nella narrazione.
Inoltre regala molte concessioni al gusto del pubblico dell'epoca (siamo nel 1906), mentre il libro precedente era stato scritto di getto, in una sorta di "bisogno" creativo.


Però contiene comunque delle parti sublimi, da pelle d'oca. Zanna Bianca, al contrario di Buck (protagonista de Il richiamo della foresta) nasce tra i lupi, per poi indirizzarsi successivamente verso il mondo degli uomini. Le sue prime avventure nella natura selvaggia, da cucciolo, sono descritte con una capacità di immedesimazione incredibile. Il rapporto cucciolo/madre è atavico, delicato e inflessibile nella sua logica naturale.


Leggete quant'è bella la scoperta del mondo da parte del giovane lupetto, uscito per la prima volta dalla sua tana:


...entrò in quello che per lui era stato fino ad allora un muro e si immerse come un bagno nella sostanza che lo componeva.
Era sbalorditivo. Strisciava attraverso qualcosa di solido e la parete, inoltre, diventava sempre più luminosa. La paura lo spingeva a strisciare indietro, ma la prepotenza della vita lo spingeva avanti.


Se volete leggerlo anche voi, potete acquistarlo qui:
Zanna Bianca, versione cartacea
Zanna Bianca, versione ebook

15 commenti:

Lady Boheme ha detto...

La scoperta del mondo è una parte meravigliosa e l'ultima frase (La paura lo spingeva...) è veramente sublime!!! Grazie per questo post, tesoro!!! Baci

Mari da solcare ha detto...

Che splendida presentazione!
Grazie, Vele.

Silvia ha detto...

E' ammirevole la capacità di Jack London di entrare in così perfetta sintonia col mondo animale, tanto da riuscire a raccontarlo con una simile, totale immedesimazione!

;-)

Pupottina ha detto...

hai ragione!
la scoperta del mondo è una parte ben riuscita.

Luigi ha detto...

devo ancora leggere entrambi: però ricordo la relativa serie televisiva che vedevo da bambino e che mi affascinava molto!!!

Vele Ivy ha detto...

@Lady: sì, "sublime" è una parola che definisce bene questa frase!

@Mari: grazie a te per i tuoi commenti!

@silvia: infatti, è una capacità che mi ha colpita tantissimo, leggendo il libro.

@Pupi: sì, davvero ben scritta ed emozionante!

@Luigi: secondo me ti possono piacere tanto questi libri, vista la tua sensibilità.

Gabe ha detto...

bellissimo post Vele,la scoperta della vita per un cucciolo,animale ed umano è sempre una splendida avventura,un abbraccio

calendula ha detto...

non mi sono mai decisa a leggere London.... perchè ho il terrore di piangere per interi giorni, se dovesse succeddere qualcosa di brutto ai cani protagonisti...

TuristadiMestiere ha detto...

la prepotenza della vita. Poesia, è vero!

Pupottina ha detto...

ciao Vele
^______________^

buon weekend

Veggie ha detto...

Io ho visto anche il film di Zanna Bianca... Emozionanti sia il libro che il film!

Alfa ha detto...

Gran libro, anche se il capolavoro resta Martin Eden.

Vele Ivy ha detto...

@Gabe: è vero, è un'avventura meravigliosa!

@Cal: sono romanzi un po' duri, ma i protagonisti a 4 zampe hanno mille risorse e alla fine se la cavano meglio dei coprotagonisti umani :-)

@Turista: sì, da brividi!

@Pupi: grazie!

@Veggie: il film non l'ho ancora visto, ma provvederò!

@Alfa: ho letto pareri contrastanti su quel libro. Mi incuriosisce!

RobbyRoby ha detto...

ciao
ho riletto zanna bianca. Bellissima lettura. Ho citato il tuo post qua: http://robbyroby.blogspot.it/2014/06/libri-letti-2014-maggio.html

Vele Ivy Di Colorare ha detto...

Grazie della citazione, Roby! :-)