"Le anime più pure e più pensose sono quelle che amano i colori" (I. Ruskin)

lunedì 31 marzo 2014

Curiosità nipponiche: "Noi Giapponesi non parliamo di..."

Hello Kitty in versione "non vedo non sento non parlo"
Come promesso qui, comincio a raccontarvi qualche particolarità della mia corrispondenza con l'amica giapponese Keyko.
In una delle primissime e-mail, mi ha scritto una frase che lì per lì mi ha lasciata perplessa:

"I Giapponesi non parlano della politica, della economia, delle questioni ambientali".

Penso sia una frase significativa per addentrarsi nelle differenze culturali tra Occidente e Oriente.
Perché i Giapponesi non parlano di politica, economia, problemi ambientali? Io ho pensato che non volessero divulgare notizie negative del loro paese all'estero, per una questione di discrezione e onorabilità. 
Parlando con i miei amici, invece, è venuta fuori un'altra interpretazione. Potrebbe essere che non vogliano addentrarsi in questi argomenti spinosi per non avere scontri con l'interlocutore in caso di opinioni diverse.
Ma forse qualcuno di voi può avere altri pareri in proposito.

Comunque, col passare dei mesi Keyko è diventata molto meno formale, e indirettamente mi ha trasmesso anche alcune notizie socio-economiche del Giappone... ma solo alcune!!

13 commenti:

Titti ha detto...

Hai ragione, evitiamo gli argomenti indiscreti il più possibile...

Arwen Elfa ha detto...

Verissimo Vele anche io ho delle amiche giapponesi conosciute grazie alla comune passione per il pattinaggio sul ghiaccio e sono molto amichevoli e piene di attenzioni e regalini per le amiche ma evitano agli argomenti spinosi e sono il più discrete possibile per quello che riguarda le questioni interne del loro paese ....
Ma trovo che siano davvero simpatici e molto più ben disposti della maggioranza di noi italiani nei confronti delle altre persone. Forse visto che sono così in tanti dovunque sono abituati di più ad essere sempre in compagnia di tante altre persone dovunque vadano e qualunque cosa facciano.
Un popolo interessante.
Un saluto Vale carissima. Buon Lunedì e migliore settimana appena iniziata

Gabe ha detto...

e se preferissero lavare i panni sporchi in casa loro?contrariamente a noi italiani che evidenziamo con disinvoltura le nostre pecche ovunque,anche nelle alte sfere(vedi politici)
buon pomeriggio

Vele Ivy Di Colorare ha detto...

@Titti: benvenuta!
Sono molto contenta che il primo commento di questo post sia di una Giapponese :-) Quello che hai scritto conferma la mia tesi, quella della discrezione!

@Arwen: grazie anche per la tua preziosa testimonianza. Su Facebook avevo notato le tue amicizie giapponesi e ti ho sempre invidiata un pochino per questo ;-) Le tue osservazioni sul loro modo di porsi sono davvero interessanti!

@Gabe: credo che tu abbia ragione. Anch'io avevo pensato alla stessa cosa. In questo sono nettamente diversi da noi italiani!

Limp de Patio ha detto...

Mondi magico.

DOC ha detto...

E il meteo? Non dirmi che si privano anche dell'argomento principe, efficacissimo per rompere il ghiaccio. O forse parlano solo di quello? E se i vecchini non parlano della pensione, di che parlano? Eppure un piccolo tuffo da quelle parti mi piacerebbe proprio farlo... Ciao!

Vele Ivy Di Colorare ha detto...

@Limp: ^__^'

@Doc: a parte il meteo e le lamentele sul governo ci sono altri argomenti di conversazione, per fortuna! ;-) Ma non ti anticipo niente, lo scoprirete nei prossimi post dedicati alle curiosità nipponiche...

Veggie ha detto...

Io avevo una t-shirt con su stampata Helllo Kitty in versione "Non vedo.non sento, non parlo"!!...
A parte questo... mi stupisce il fatto che i Giapponesi non parlino di queste temaiche... Certo, non sono la cosa più allegra e divertente di cui parlare, però a volte è interessante anche tirare in ballo questi argomenti...
Come mai credi che i giapponesi non ne parlino per non correre il rischio di avere divergenze d'opinione con l'interlocutore? Sulla base di cosa hai fatto questa ipotesi?... Voglio dire, credo sia normale pensarla diversamente dagli altri, soprattutto su queste tematiche molto soggettive... ma è proprio confrontandosi (con correttezza ed educazione) con chi la pensa diversamente da noi che se ne trae arricchimento e crescita interiore...

Vele Ivy Di Colorare ha detto...

Ciao Veggie, la teoria del non parlare per evitare divergenze mi è stata proposta da un amico, che conosce una ragazza giapponese. Anche a me all'inizio sembrava strana, ma devi considerare le differenze culturali che ci sono tra noi e i paesi asiatici. Penso sia un misto di discrezione e rispetto delle opinioni altrui, ma è difficile da dire! Baci

mari da solcare ha detto...

Intrigante la possibilità di gustare spicchi di comprensione di un universo culturale diverso, grazie alla corrispondenza tra te e Keyko. Grazie.

Vele Ivy Di Colorare ha detto...

Figurati, grazie a te per i tuoi commenti e il supporto costante!

Veronica Mondelli ha detto...

Anche io credo sia per una forma di rispetto nei confronti di un interlocutore che potrebbe avere idee diverse. Forse non amano scaldarsi e urlare come spesso facciamo noi. Devo dire che però è un approccio molto interessante e per nulla banale, di sicuro da approfondire!

Vele Ivy Di Colorare ha detto...

Sì, è molto interessante scoprire culture e punti di vista così diversi, aiuta a capire che il nostro non è l'unico modo di pensare al mondo!